Lady Gaga per Tiffany & Co.

Lady Gaga, dalla trasgressione sul palco a “Colazione da Tiffany”

Tiffany City HardWear: la collezione dedicata a New York, ha come testimonial d'eccezione Lady Gaga in una versione tutta speciale, quella “glam bon-ton”.

Regina del trasformismo, Lady Gaga cambia look ad ogni occasione, passando dal fetish, all’erotico futurista, dalle linee pazze dei suoi video, a quelle sinuose dei red carpet. Ma in tutti i suoi outfit il comune denominatore è sempre stato uno: la trasgressione.

A cominciare dal 2008 quando ha presentato alla sua casa discografica, la Interscope, il brano Just Dance. I produttori hanno apprezzato il brano e per questo hanno deciso di girare un video musicale in una casa a Los Angeles tra ritmo ed erotismo dell’allora acerba cantante che all’epoca aveva solo ventidue anni. Il successo è arrivato nel 2009, quando ha raggiunto la prima posizione in sette paesi, tra cui la Billboard Hot 100 statunitense. A livello mondiale Just Dance ha venduto 7,7 milioni di copie nel 2009, risultando il quarto brano più venduto dell’anno.

Lei aveva dei lunghissimi capelli color platino, una frangia che lasciava solo un piccolo spazio per delle occhiate di fuoco e dei body che evocavano malizia ad ogni nota, un misto tra Madonna e una teenager scatenata al ballo della scuola.

Ma Lady Gaga ci ha abituati allo stupore guardando e riguardando ogni suo successo, ascoltando i suoi sospiri e la sua arte: un personaggio che ha sempre attinto ai fumetti, al cinema, alla musica anni ’80 e che ora, in questo suo ultimo lavoro, ha compiuto il gesto più estremo: trasgredire attraverso l’eleganza.

Lady Gaga per Tiffany & Co. 02

Ve la ricordate la splendida Audrey Hepburn in Colazione da Tiffany che in una New York semi deserta osserva sognante la vetrina dell’iconica gioielleria? Ecco, sulla scia di questa visione Tiffany & Co. presenta Tiffany City HardWear, una nuova collezione di gioielli che rappresenta l’energia e lo spirito di New York City. Volto della nuova campagna è proprio lei, Lady Gaga che interpreta al meglio lo stile grintoso, dinamico e ribelle della città di New York.

Il marchio Tiffany per celebrare i 140 anni di attività ha lanciato non solo una nuova collezione di gioielli Tiffany City HardWear, ma anche una nuova Lady Gaga.

La nuova linea è ispirata allo spirito della città dov’è nata la prima gioielleria, New York City, dove alta moda e street style s’intrecciano per un look moderno e ribelle. La nuova collezione è nata grazie al  modello di un bracciale del 1971, ripescato negli archivi della maison, che ha ispirato i nuovi modelli del 2017 di orecchini, anelli, collane, pendenti e bracciali. La collezione ha un’anima grafica, una maglia “Link”.

La collana a catena in oro giallo è creata con maglie a scala con una speciale chiusura a scomparsa. Gli orecchini a tripla goccia hanno un design perfettamente simmetrico che cattura lo sguardo da ogni prospettiva. Il bracciale è una reinterpretazione del gioiello originale ed è arricchito da un lucchetto e da una piccola sfera staccabili, perfetti per creare uno styling altamente personale e versatile.

Il design esalta il metallo e cattura lo spirito industriale della città ed è contraddistinta da linee semplici e pulite.
Ma se i gioielli del blasonato brand desiderati da tutte noi, non solo a “colazione” non smettono di stordirci e stupirci, Lady Gaga ha catturato l’attenzione del pubblico, spostandola a tratti da quella dei preziosi, perché ha saputo creare un’immagine totalmente inaspettata che facciamo fatica quasi a riconoscere: elegante, con i capelli ordinati, pettinati indietro, il trucco lieve che enfatizza gli occhi e quella sua bocca carnosa, inimitabile, che è come se sussurrasse all’orecchio di chi la spia: “Prendimi sono io il gioiello, sono io la tua colazione. Sì mangiami!”.

E su quella bocca che le trasgressione straborda ancora e per sempre, in una lotta tra due icone Tiffany-Germanotta che esalta entrambe: “Buona colazione!”.

di Raffaella Ponzo

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo usare solamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando tutti i cookie ci aiuterai ad offrirti una migliore navigazione sul sito. Leggi la nostra Cookie Policy