Sulle passerelle di Milano Moda Donna un senso di spontaneità e femminile consapevolezza prende forma nella nuova collezione Blumarine. La leggerezza e la sensualità che identificano il marchio sono viste da una nuova prospettiva, attraverso un’idea di mix e match istintivi. Forme e superfici si fondono in modo naturale, mescolando l’etereo e il voluttuoso, il delicato e l’assertivo con elegante nonchalance.

La silhouette è allungata e morbida: lunghi vestiti fluttuanti, giacche corte con pantaloni a vita alta, capispalla asciutti, frange danzanti.
Le rose, firma di Blumarine, sono stampate su materie inaspettate, trasformandosi in elementi visivi e materici: su giacche di montone e cappotti di panno diventano romantici, sul tulle diventano pittorici e tattili.

Piume di marabù corrono lungo l’orlo di abiti sfumati, o brulicano su cappotti femminili. Il tailoring in jersey metallizzato aggiunge una certa fermezza al mix di pezzi fragili e outerwear protettivo.

Stivali di pitone completano i look, suggerendo una certa risolutezza per la donna Blumarine, nonostante la delicatezza che apparentemente proietta sul mondo.

Texture e colori si compenetrano: chiffon, tulle, jersey e lane, in una palette di pastelli e neutri impalpabili che si intensificano progressivamente in sfumature di blu notte, con tocchi metallici che aggiungono glamour e luce.

Categorie: Sfilate Tag: , .

Articolo pubblicato da
in data: