La collezione Resort S.S. 2019 di Ermanno Scervino sarà caratterizzata dall’inconfondibile tocco sartoriale del designer e da un’ispirazione rubata all’Arte Pop.  Un sapiente gioco che declina la couture nella quotidianità contemporanea. Il fil rouge della collezione? Capi glamour, dinamici e colorati.

I look respirano l’atmosfera della Londra degli anni Settanta, femminili e con il caratteristico streetstyle dell’epoca. Shorts o leggeri abiti in pizzo sono abbinati a giacche in camoscio con le frange o Mackintosh in raffinato Vichy. Il canvans è reinterpretato in chiave sartoriale per diventare un capospalla chic. La pelle, dall’animo rock, si alleggerisce e si ammorbidisce passando dalla giacca alla camicia, e si abbina al tartan, usato per giacche sofisticate o innovativi kilt-pantalone.

Un gusto pop, all’insegna di colori sgargianti e di jacquard d’autore, parte da icone street come denim e T-shirt, realizzati però in ricercato jacquard. Ma si diffonde anche sui capi più preziosi, come gli abiti bustier in organza o i cappotti in double, che hanno tonalità fluo e un inedito taglio a kimono. Lo stesso smoking diventa statment pop: indossato sopra la T-shirt, si colora di stampe micro-floreali. Stampe floreali, che, in macro, impreziosiscono gli abiti da sera.

La riga è rivisitata come fantasia femminile su abiti e sottovesti esibite. Materiali preziosi come satin e cady segnano la morbidezza dei pantaloni dalla vestibilità ampia.

Come sempre, una collezione che si distingue per la perfetta fusione fra il gusto sartoriale e la tecnologia dei tessuti e materiali usati, il tutto in chiave contemporanea, tanto da dare nuova vita a classi del guardaroba femminile.

Che dire di più? La classe non è acqua!

Di FRANCO LORENZON

Categorie: Moda Donna Tag: .

Articolo pubblicato da
in data: