Giorgio Armani non smette di stupire: il mese di Luglio è stato aperto dalla nuova collezione di Alta Moda, Armani Privé, presentata all’Ambasciata Italiana a Parigi. Il luogo ideale per ospitare una collezione in grado di coniugare alla perfezione tradizione e modernità: eleganza e stile si piegano al glamour e alla volontà di esaltare le silhouette, donando loro fluidità e morbidezza attraverso linee e colori a tratti sobri, a tratti molto accentuati.

Giorgio Armani: una collezione con lo sguardo al futuro

Nel mondo della moda le tendenze non vanno mai del tutto in pensione: sono destinate a ritornare, integralmente o influenzate dai trend più all’avanguardia. Riadattare il passato ad una contemporaneità in continua trasformazione non è sempre facile. Stilisti come Giorgio Armani, tuttavia, riescono a rievocare il passato in modo originale con un occhio rivolto al futuro. In questi casi l’innovazione gioca sempre un ruolo importantissimo, come testimoniato da questa nuova collezione parigina di Alta Moda. D’altra parte la volontà di cambiare e innovare il proprio marchio risultava già evidente dall’annunciata decisione di fondere le linee Armani Jeans e Collezioni Armani in un unico marchio: quello di Emporio Armani. A partire da questa stagione, quindi, non verranno più distribuiti in commercio nuovi prodotti di queste linee. Gli affezionati allo stile più sportivo del marchio Jeans, tuttavia, potranno trovare i capi e accessori fino ad esaurimento scorte nei negozi o su siti come yoox.com, dove si possono ancora trovare diversi modelli di borse Armani Jeans. Questa decisione non stravolgerà il mercato: al contrario le particolarità e gli stili di queste due linee verranno accorpate in un vero e proprio emporio.

La nuova collezione Armani Privé nel dettaglio

La nuova collezione Armani Privé parte da un concetto evidente nelle sfilate parigine: il lusso e l’alta moda si riprendono la scena e si configurano come colonna portante dei nuovi abiti di Giorgio Armani. È l’innovazione che, da un lato, garantisce nuove linee e modelli all’avanguardia, ma dall’altro, non manca di strizzare l’occhio alla tradizione: una tradizione connotata da linee quasi regali, rese tali dai colori utilizzati per la collezione. Si parla del nero, del grigio e della tonalità champagne, che insieme donano un effetto ricco e sofisticato. Ma anche del fucsia, oro e turchese che servono a dare un tocco di originalità e colore ai modelli più classici. Le lunghezze si fermano alle caviglie, mentre i materiali più usati sono la seta e la lana con inserti di tulle, raso, chiffon, piume e cristalli: un vero tripudio di sfarzo. I classici tailleurs, tipici di questo marchio, mantengono la loro eleganza ma sono molto più morbidi e aderiscono perfettamente alle forme. Stesso discorso per gli abiti da ser, caratterizzati da movimento e dinamismo grazie alla presenza di fiocchi, volants e ricami di tutti i tipi. Lo stesso Giorgio Armani ha rivelato che questa collezione si rivolge prevalentemente ai giovani: è un invito a riscoprire il lusso e l’eleganza, senza cedere per forza a jeans, felpe e semplici capi sportivi.

Categorie: Moda Donna Tag: .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: