Abbinamenti impossibili e dettagli elaborati sopra le righe che sono l’opposto della bellezza classica: è questo il mood della collezione uomo SS19 di Cleofe Finati che punta tutto sulle potenti reazioni istigate dagli eventi mondiali. Reazioni che vengono esplorate attraverso una palette di colori che va dai toni scuri e malinconici fino a quelli nostalgici e intensi.

Una serie di bianchi spenti, stucchi naturali e toni di argilla formano una base fresca per la nuova stagione, attingendo all’interesse rinnovato per le fibre vegetali e i coloranti. Grigi talpa organici e una vasta gamma di verdi costruiscono su queste basi naturali.
I rosa continuano a mettere le radici tra l’abbigliamento maschile, spuntando durante la stagione in toni che variano dalla polvere di mattone ai pastelli zuccherati e al magenta.

Per quanto riguarda i tessuti si passa dalla lana leggera alla seta naturale, i cotoni spazzolati e le linee sottili e fantasiose sono la chiave di amet 2019 a firma Cleofe Finati. Questa sensazione di leggerezza, unita al gusto raffinato e all’attenzione quasi maniacale al dettaglio è proprio la firma distintiva della griffe di cui ci ha parlato uno dei suoi modelli di punta, Stefano Sala, aitante ex fidanzato di Dayane Mello.

Sei tra i testimonial della nuova collezione di Cleofe Finati. Cosa ti piace di questa linea?

Sono dei capi molto diversi, inusuali, con dettagli particolarissimi e colori sgargianti. Sono abiti che “osano” ed è un aspetto di questo brand che mi piace molto.

Ci racconti com’è nata questa collaborazione?

E’ nata sei anni fa, è stato uno dei primi brand che sin dall’inizio ha  creduto in me come modello, vedendo il mio potenziale. Per questo sono particolarmente legato a questa griffe.

C’è un capo che ti piace più degli altri?

Certo, c’è sempre un capo che ti piace più degli altri. Nello specifico adoro un abito color antracite con la coda lunga, in stile gotico. Amo la tendenza rock-gotica!

Secondo te per che tipo di uomo è pensata questa linea?

E’ pensata per un uomo che ama la ricerca del dettaglio e che nella vita ha imparato a usare, non volgarmente ma con stile. E’ adatta ad un uomo perfezionista nel look.

Nella vita di tutti i giorni qual è il tuo rapporto con la moda?

E’ abbastanza anni ’90. Mi piace vestirmi comodo, adoro jeans, t-shirt e scarpe da tennis. Adesso sono tornati di moda i loghi molto grandi sulle magliette e ne sono contento.

Come definiresti il tuo stile?

Lo definirei un po’ rockabilly, tendenzialmente legato agli anni ’80 e ’90.

C’è qualcosa che tra le tendenze del momento che non ti piace?

Ultimamente la moda maschile mi sta piacendo. Un paio d’anni fa avrei avuto qualcosa da ridire, ma l’arrivo degli influencer e dei fashion blogger ha alimentato il mondo della moda che si è aperto a nuove tendenze e devo dire che mi sta piacendo molto.

Se dovessi dare un consiglio di moda ai nostri lettori, cosa diresti?

Il segreto per stare bene con un determinato outfit è sentirsi se stessi. Se si indossa qualcosa con cui non ci si sente a proprio agio, fisicamente e psicologicamente, lo si trasmette subito a chi ci guarda.

Di Sonia Russo

Categorie: Curiosità.

Articolo pubblicato da
in data: