Moncler Genius, l’innovativa visione creativa e strategica del brand che coinvolge diversi designer ognuno dei quali dedito a differenti interpretazioni di Moncler, proposte poi attraverso singoli progetti a flusso continuo, svela “The Next Chapter”.
Durante questa strepitosa Fashion Week il brand ha proposto contemporaneamente otto distinte collezioni lanciate successivamente con piani individuali dedicati a cadenza mensile. Creatività e unicità sono la linfa di cui si nutre questo progetto.

Moncler Genius, riflettendo una realtà in costante cambiamento, va al di là della temporalità delle stagioni e rappresenta un nuovo corso per il brand: approcci creativi diversi, e dunque collezioni differenti, ridefiniscono la dialettica di Moncler nell’era digitale, stabilendo un dialogo quotidiano con il consumatore e rivolgendo l’attenzione a tutte le generazioni.

Un progetto ambizioso presentato attraverso una serie di video installazioni immersive che illustrano lo spirito creativo, l’essenza e l’atmosfera di ciascuna collezione.

Scegliendo come mezzo unico il video, ogni designer ha adottato un approccio molto personale per la propria narrazione visuale. In particolare, Moncler 1952 ricostruisce interi outfit e dettagli con infinite variazioni geometriche, che insieme creano un video collage quasi ipnotico.

Simone Rocha conferisce una sensualità tangibile a un giardino inglese in piena fioritura, lasciando che petali e foglie e fiori si schiudano sullo schermo.

Craig Green esplora ed esplode la tensione scultorea e il senso di protezione dei suoi capi liberandoli in uno spazio-video.

Il costruttivismo modulare della collezione di Noir Kei Ninomiya si traduce in una ricostruzione virtuale in 3D.

Fragment Hiroshi Fujiwara descrive con un’animazione cinematica un’avventura attraverso elementi e stagioni.

Affidandosi a una visione assolutamente unica e libera, Moncler Genius conferma ancora il suo DNA, fondato su creatività e innovazione.

Categorie: Casual Tag: , .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: