Il living è sicuramente l’ambiente di casa dove si trascorre la maggior parte del tempo in relax ed è anche quello che, più di tutti, rispecchia il nostro stile. Allora perché non aggiungere un pezzo di stile che catturi gli sguardi? Protagonista assoluto dell’arredamento diventa, allora, inevitabilmente il mobile tv. Ma come sceglierlo? Quali sono i criteri che dobbiamo tenere a mente prima dell’acquisto? Nella categoria base-tv di Livingo sono tante le soluzioni d’arredo proposte, dalle più classiche alle più tecnologiche, per essere sempre in linea con il tuo mood. Ma ci sono delle piccole accortezze da tenere bene a mente.

Parola d’ordine: armonia

Shabby chic o contemporaneo? Moderno o classico? Le proposte dettate dai fashion designer di interni sono tante e, in molti casi, nettamente diverse le une dalle altre: mobili ampi o linee sobrie e sottili, strutture metalliche o appoggi angolari e salvaspazio. I colori must rimangono ancora quelli naturali, neutri e discreti, ma vanno di gran moda anche le tonalità più accese come il nero supermoderno o i grigi scuri. La scelta dipende dal gusto personale, certo, ma senza dimenticare di strizzare l’occhio all’ambiente nella sua complessità. Soprattutto se disponi di un ampio open space, il mobile tv deve integrarsi perfettamente nello spazio: in ambienti molto grandi, meglio optare per basi tv ampie, meglio ancora se con mensole asimmetriche che creano movimento.  Se, invece, disponi di un piccolo salottino, valuta la possibilità di prendere un mobile angolare o una base tv minimal, che dia un tocco di stile senza ingombrare. E, se vuoi creare un’atmosfera avvolgente in cui vivere piacevoli momenti di beata quotidianità, scegli tonalità e materiali che facciano pendant con il resto dell’arredamento: se, ad esempio, il salone è caratterizzato da un moderno stile high-tech, meglio scegliere un supporto tv in vetro o in metallo.

Dimensioni e robustezza

Le nuove tecnologie hanno completamente rivoluzionato il modo di concepire l’arredamento: le tv di nuova generazione, infatti, diventano esse stesse complementi d’arredo. Vien da sé che, per una visione ottimale, il mobile d’appoggio diventa importante tanto quanto il televisore. Il primo criterio da valutare è l dimensione della tv: la base d’appoggio deve essere più ampia della larghezza totale della televisione per garantirle un sopporto solido e deve permettere allo schermo di essere al livello degli occhi mentre si è seduti. Valuta anche le altre possibilità di utilizzo del tuo mobile: meglio se sono previsti anche gli spazi necessari per altri componenti come un lettore DVD, un ricevitore satellitare, cavi di alimentazione e consolle di gioco. E, se ami il Dolby Surround, perché non scegliere un mobile per la tv con cinema integrato?

Basi, ante e cassetti

Stile sì, ma senza rinunciare alla praticità! Prima di procedere al tuo acquisto, rifletti sull’utilizzo che farai del tuo mobile tv. Sarà una semplice base per il tuo televisore o hai necessità di uno spazio adibito alla raccolta di carte e documenti? E’ fondamentale per dirottare la tua scelta su un supporto semplice e lineare o, al contrario, su un mobile dotato di ante e cassetti. Se, invece, hai una passione smodata per le serie tv e vuoi avere i tuoi cofanetti sempre a portata di mano, opta per i mobili dotati di scomparti a vista, molto glamour e attuali. E se sogni una base girevole, in legno, vetro o metallo che sia, che ti consenta di guardare la tv da ogni angolo della stanza, assicurati che abbia gli appositi fissaggi per ancorare la tv in modo sicuro.

Categorie: Casa Tag: , .

Articolo pubblicato da
in data:

NATIVE ADVERTORIAL