In passerella la collezione uomo A.I. 19/20 di Miguel Viera che vede un omaggio alla bellezza dell’Africa attraverso la sua cultura, colori, suoni, odori, saudade, tramonti e molto altro.

Un immaginario viaggio dove pioggia e freddo lasciano spazio ai giorni caldi e secchi, in cui il sole sembra non tramontare mai. L’uomo Miguel Vieira celebra esattamente questo.

Si toglie la camicia e lascia libera la pelle. La rigidità assume una forma più rilassata e l’uomo mostra un’altra faccia della sua personalità. Per lui vestirsi è una forma d’arte in cui, qualche volta, tutto ciò di cui ha bisogno è un semplice completo.

Tessuti spessi e strutturati conducono materiali più freschi e leggeri, come canvans candidi su cui è stampata una celebrazione di culture e innovazione. Elementi geometrici somigliano a stampe etniche, e il blu del cielo e il beige della sabbia sono la base per altri che, insieme, ci raccontano una storia.

Un inverno trascorso in Africa si diffonde nelle città più vibranti e cosmopolite dove storie e tradizioni sono tramandate nella cultura del 21° secolo, rinnovando la libertà di vestire un uomo moderno che non si dimentica mai l’Africa che circonda con una vista all’orizzonte che sembra non avere fine.

Quasi fosse un sogno d’inverno che diventa realtà in una collezione uomo che lascerà un segno.

Di FRANCO LORENZON

Categorie: Sfilate Tag: , .

Articolo pubblicato da
in data: