giovani designer

I giovani designer più intriganti della MFW

Et voila...oggi vi proponiamo alcuni brand e giovani designer che hanno sfilato nella capitale della moda lombarda e che meritano la vostra attenzione.

Si sono spente da poco le luci sulle passerelle della Milano Fashion Week P/E 2020. Vi proponiamo alcuni brand e giovani designer che hanno sfilato nella capitale della moda lombarda e che meritano la vostra attenzione. Vogliamo scoprirli insieme?

ALEXANDRA MOURA

La sua collezione P/E 2020, parte da una ricerca del duro lavoro dei pescatori di merluzzi, e poi si estende alle varie tecniche di pesca, un omaggio a coloro che vivono del lavoro del mare.

Questa collezione trae ispirazione dai contrasti tra le diverse tecniche di pesca e le persone che ci lavorano attraverso il 20° secolo. Le influenze dei dettagli funzionali degli abiti da lavoro e i vestiti quotidiani dei pescatori contrastano con le silhouette oversize e lo sportwear di oggi.

Gli “Albaioses” sono di grande influenza per le forme e i dettagli dei capi, così come l’abbondanza di tasche sui gilet e i pantaloni rinforzati per i lavori duri. Questo si riconduce al DNA del brand, dove i tessuti sono cuciti con orli incompleti, cuciture a vista, applicazioni e capi dentro altri capi.

Ispirati da tessuti grezzi e altri femminili più delicati. Lino, cotone, seta, tessuti impermeabili e denim i materiali della collezione. La palette? Nero, cobalto, arancione, toni terreni e blu secco.

MRZ

Per la collezione Spring Summer 2020, MRZ ci porta in un mondo senza confini, dove tutto si mescola in un métissage di popoli lontani e culture diverse.

La designer, Simona Marziali, si ispira alle atmosfere del Marocco e alle tribù berbere: alla ricerca del senso di libertà degli uomini. Nuove forme, forgiate per esprimere il senso di libertà; sincretismi cromatici restituiscono il senso del confine, la ricerca del limite.

La sovrapposizione apparentemente casuale dei capi libera la donna dalla routine; l’utilizzo dei disegni geometrici semplici – tipici dei tappeti berberi – è il risultato della creatività individuale delle donne delle tribù.

Le nuance dei celesti presenti nei tessuti e nei filati con effetti denim attingono ai toni delle mura della città di Chefchaouen e fanno da contrasto ai grafismi forti e d’impatto: protagonisti della stagione. Forme e volumi contenuti, ancora una volta la maglia è protagonista della collezione.

ATSUSHI NAKASHIMA

“Claivoyance”, questo il titolo della sua nuova collezione S/S 2020. Un delicato gioco di inserti di pura organza a rivelare misteriosi substrati.

Tra gli effetti di punta spiccano immagini del corpo umano alla maniera di Raffaello e stampe sulla stoffa creano l’illusione di un corpo tra i tessuti in movimento. Bandane tradizionali su pattern originali diventano un elemento distintivo del capo.

Espressive stampe nate dalla giustapposizione di pattern check che si fondono secondo la rinomata tecnica distintiva del designer. Una collezione che rappresenta un armonico connubio tra volumi e sovrapposizioni in bilico tra l’oriente e un’allure soavemente contemporaneo.

giovani designer

BUDAPEST SELECT – PRESENTATION OF HUNGARIAN DESIGNERS

ARTISTA

Per la collezione primavera-estate il brand, basato a Budapest, si è ispirato al lago Balton, il mare ungherese e i suoi dintorni, e le memorie d’infanzia associate a loro.

Una capsule collection dai vestiti leggeri in jersey con pattern unici per coloro che amano un’eleganza cool e confortevole. La vivace Pest con i club fumosi e le case in rovina del 1910 danno un tocco completamente nuovo alla seconda parte della collezione. La viscosa e il satin abbracciano facilmente le forme del corpo.

La capsule prende vita grazie alle vibranti grafiche colorate e spesso ricamate di Tatjana Zhabina.

La parte finale della collezione è dedicata al lago Balton. Queste memorie sono riportate alla vita dal giallo vibrante, blu e il bianco sottolineati da un solido contrasto nero. Molti colori vividi e pattern sono il punto cardine delle creazioni di Artista.

ELYSIAN

La parola Elysian significa: bello, perfetto e pacifico. Questi sono i valori che la stilista vorrebbe rappresentare nel suo marchio di abbigliamento femminile.

La collezione primavera-estate vista sfilare è pensata per una donna chic anche in vacanza. Il marchio, con sede a Budapest, presenta speciali costumi da bagno interi e body abbinati a gonne, pantaloni, e abiti fluenti.

L’estetica della designer può essere definita da capi leggeri, trasparenti, stratificati, body e costumi da bagno in morbido tulle, power mesh, raso e mussola di sera, paillettes. Capi rosa pallido, nude, nero e bianco con un tocco di brillantezza, per donne che vogliono sentire la speciale femminilità di Elysian.

ABODI

La designer, Dora Abodi, importa coraggiosamente l’ancora sconosciuta cultura della Transilvania, a Milano. Un omaggio alla sua famiglia con una vita ricca di storia come quella dei cavalieri Szekely, dei nobili Sassoni e degli imprenditori Olandesi.

La Transilvania di Abodi è antica, mistica e un futuro ancora tutto da scrivere… A rappresentare tutto ciò diverse interpretazioni di pattern di animali, ornamenti transilvani e araldici ispirati alle stampe originali su seta, paillettes e ricami.

Le silhouette forti e le texture scorrono attraverso le decadi e i secoli fino allo streetwear di oggi e un futuro della moda sorprendente!

CRISTIANO BURANI

Un viaggio a Seattle per rivestire con un sound “Alternative Rock” gli abiti della prossima estate 2020 per Cristiano Burani. La attitudine rilassata ma decisa racconta una nuova estetica più intima e meno appariscente.

La grande ricerca e sperimentazione su materiali e lavorazioni è rivolta a dare valore a ciò che dovrebbe essere nascosto: la crinolina unita e ricamata diventa un tessuto primario e dominante per sovrapposizioni strutturate come involucri tridimensionali.

Il colore è protagonista assoluto, in tonalità insolite e in abbinamenti inusuali per innocenti stampe floreali lavorate a plissé e tessuti jacquard di ispirazione maschile. Righe quadri, chevron si mescolano sui capi e si ricompongono sulla maglieria di cotone rifinita a mano. Focus sulla vera pelle, tratta come un tessuto, per un total look grintoso dall’appeal quotidiano.

Tra i colori di punta della collezione troviamo il cuoio, il cammello, il verde bandiera e smeraldo abbinati a fuxia, arancione e giallo nei loro toni più soft.

Di FRANCO LORENZON

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo usare solamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando tutti i cookie ci aiuterai ad offrirti una migliore navigazione sul sito. Leggi la nostra Cookie Policy