La Sardegna d'inverno

La Sardegna d’inverno: una prospettiva diversa dell’isola

Per gli amanti della storia e della natura, le stagioni fredde sono il periodo ideale per visitare la Sardegna.

Quando si parla di Sardegna è impossibile non pensare al mare turchese, alle meravigliose spiagge e ai paesaggi estivi. Sembra quasi come se quest’isola esistesse solo d’estate e fosse solo mare, ma in realtà, chi ci vive sa bene che la Sardegna è molto di più.

Ed ecco perché vogliamo parlarvi di un’altra prospettiva per vivere questa magnifica isola, custode di antiche civiltà che qui prosperarono e di cui, ancora oggi, possiamo ammirare numerosi reperti.

La prospettiva che vogliamo proporvi è quella della stagione fredda che offre un’altra faccia di queste terre così aspre e selvagge e che vi permetterà di trascorrere una vacanza in relax, godendo delle sue bellezze come raccontiamo su sfilate.it, ma lontani dal tipico caos estivo sardo.

La Sardegna d'inverno

Un tour on the road alla scoperta della vera Sardegna

Quindi non solo estate, mare e discoteche in Sardegna, anzi: per gli amanti della storia e della natura, le stagioni fredde sono il periodo ideale per visitare questa terra che si caratterizza per i suoi paesaggi incontaminati.

Si può andare alla scoperta della Sardegna vera, dei suoi borghi costieri e dell’entroterra, alla scoperta delle antiche civiltà che abitarono queste terre, ma anche delle più famose spiagge dell’isola che, proprio in autunno e in inverno, ci offrono dei paesaggi mozzafiato.

Insomma, qui tutti vengono accontentati, dagli amanti della natura agli appassionati di storia ed arte.

La cosa migliore per godersi al meglio ogni singolo giorno di una vacanza in Sardegna è quello di affittare un’auto e di partire per un indimenticabile viaggio on the road, per le bellezze dell’isola. Servizi come discovercars.com offrono la possibilità di confrontare le diverse offerte e di affittare la macchina più adatta alla vostre esigenze al prezzo più basso.

In questo modo sarete liberi di muovervi all’interno dell’isola, avendo la possibilità di raggiungere qualsiasi posto vogliate, magari a bordo di un veicolo elettrico a noleggio, nel rispetto della natura circostante.

Cosa vedere tra mare e borghi sardi

In un tour in Sardegna le spiagge non possono mancare e vederle nelle stagioni fredde fa tutto un altro effetto. Proprio in questi periodi sono frequentate da poche persone, per lo più amanti del kitesurf e windsurf, che qui possono trovare alcune delle migliori spiagge per questi sport, quindi è possibile apprezzare la maestosa natura senza troppe distrazioni, come possiamo leggere su kitegeneration.it. Tra le spiagge più belle ricordiamo Is Arutas, Solana e Punta Molentis.

Per gli appassionati di storia, non si può non volare in Sardegna, trovando le migliori tratte su skyscanner.it, per un tour attraverso i siti archeologici della regione. I nuraghi sono tra le attrazioni principali dell’isola che, ancora oggi, testimoniano la presenza della civiltà nuragica, vissuta qui dall’età del bronzo fino al II sec. d.C.

L’entroterra della Sardegna ci riserva delle sorprese con territori selvaggi dominati dalla natura. Tra le località più affascinanti vi è la Gola di Gorropu, un canyon che lascia a bocca aperta. Con le sue pareti alte 500 metri, è il canyon più profondo d’Italia e uno dei più profondi in Europa.

Sono poi diversi i caratteristici borghi che arricchiscono sia le coste, sia l’entroterra.

Bosa è tra questi e si caratterizza per le coloratissime abitazioni e il castello omonimo.

Infine è impossibile non parlare della cucina sarda, che si caratterizza per i sapori forti: dalle specialità marine a quelle tipiche dell’entroterra, vale la pena immergersi in un’esperienza culinaria sicuramente molto particolare.

La Sardegna d'inverno

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Ti potrebbero interessare…