SFILATE

Cerca
Close this search box.
Milano Moda Uomo - PRADA" FORMA FLUIDA" - @courtesy Press Office Prada

La sfilata uomo PE 2024 di Prada a Milano

La sfilata Prada Uomo Primavera/Estate 2024 durante la Settimana della Moda di Milano è stata uno spettacolo che ha unito passato e futuro. Presentata all'interno del Deposito della Fondazione Prada a Milano lo scorso 18 giugno, la collezione svelata da Prada ha reinterpretato in chiave contemporanea l'archivio storico del Brand.

Cartella stampa sfilata collezione uomo primavera estate 2024 di PRADA” FORMA FLUIDA”

Un’indagine dell’architettura fluida intorno al corpo umano. La collezione uomo Primavera/Estate 2024 di Prada, firmata da Miuccia Prada e Raf Simons, propone una libertà assoluta del corpo, espressa attraverso le fondamenta dei capi che lo vestono.

La camicia è un punto di partenza, la sua struttura e i dettagli utilizzati come base per trasformare un intero guardaroba maschile – abiti, impermeabili, abbigliamento sportivo, giacche da reporter. Costruzione riconsiderata, ricostruita. Partendo dalla semplicità, la collezione propone un concetto di espansione, amplificazione di un’idea – un paradosso tra silhouette e materialità. L’obiettivo finale è una consapevolezza costante del corpo interno e la sua liberazione.

Una fluidità mette in discussione il linguaggio convenzionale della sartoria rigida. Al centro, qualità di leggerezza e morbidezza sono portate ai capi in tutto, creando un rapporto fluttuante tra il corpo e i suoi vestiti. Queste idee abbracciano ogni aspetto dell’abbigliamento: fasce per la testa e occhiali, modellati da pezzi singolari, appaiono come frammenti catturati di movimento; le borse in pelle sono inaspettatamente morbide al tatto.

Milano Moda Uomo - PRADA" FORMA FLUIDA" - Location - @courtesy Press Office
Milano Moda Uomo – PRADA” FORMA FLUIDA” – Location – @courtesy Press Office Prada

C’è una presenza attraverso l’assenza – le silhouette prendono in prestito le loro linee dagli abiti maschili, ma la loro struttura contraddice con una flessibilità intrinseca. La costruzione della camicia si trasferisce ai capi sartoriali, ricostituendo le loro silhouette archetipe con una nuova fragilità. Elementi di sartoria possono essere proposti su popeline di cotone, in veri capi ibridi che esistono in un nuovo spazio tra le discipline sartoriali comprese.

Scopo e funzione possono essere fondamentalmente messi in discussione. Evolvendo l’idea di espansione in elaborazione, la decorazione è tridimensionale, reinventando l’idea di una stampa floreale attraverso applicazioni di corpetti e frange, animando lo statico. Estendendo questa idea, le tasche utilitarie sono alienate dalla loro funzione, per agire piuttosto come ulteriori dispositivi decorativi.

Il concetto di fluidità che incornicia la forma umana si espande di nuovo, rappresentato attraverso lo spazio dello spettacolo nel Deposito della Fondazione Prada. Le pareti astratte sono evocate attraverso interruzioni fluide, formando un enfilade in continuo cambiamento attraverso il quale i modelli sfilano.

Questi vestiti sono in definitiva riflessivi del nostro stato naturale – il movimento dinamico e la trasformazione costante inerenti all’umanità.

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Ti potrebbero interessare…

Gestione cookie