SFILATE

Cerca
Close this search box.
SFILATA LOUIS VUITTON DONNA PRIMAVERA-ESTATE 2024

Sfilate: Louis Vuitton colora gli Champs-Élysées.

Svegliarsi all’alba a Parigi ha sempre un sapore magico. Mentre la città si risveglia lentamente, i primi raggi di sole illuminano gli edifici storici e le strade ancora vuote. Percorrendo la Rue de Rivoli, si può notare la maestosità dell’Hôtel de Ville, un emblema della storia e dell’architettura parigina.

Accanto all’Hôtel de Ville, non lontano dai famosi Champs-Élysées, sorgono edifici iconici come il Grand Palais e il Petit Palais. Questi monumenti, con le loro facciate elaborate e i giardini lussureggianti, offrono uno sfondo pittoresco per chiunque si avventuri in questa zona della città.

Un pranzo al bistrot Le Comptoir du Relais, e poi via di corsa, agli Champs-Élysées.

E proprio qui, in questo scenario da cartolina, si è svolta la sfilata di Louis Vuitton Primavera Estate 2024, uno degli eventi più attesi della Paris Fashion Week, che ha visto in calendario ben 67 defilé. La sfilata è stata trasmessa live alle 14:30 ed è stato standing ovation.

SFILATA LOUIS VUITTON DONNA PRIMAVERA-ESTATE 2024
@Courtesy

Parigi si è colorata di arancio per l’occasione, con migliaia di persone, tra passanti e turisti, che si sono accalcati attorno al nuovo edificio di Louis Vuitton al 103 degli Champs Elysées. Enormi monogrammi argentati hanno coperto l’esterno dell’edificio, diventando il punto focale per le foto di rito che hanno popolato i social.

All’interno, la pittoresca idea ha preso vita: prima che il pubblico prendesse posto, che la musica della sfilata riempisse le stanze e le luci illuminassero il défilé , l’intero palazzo è stato drappeggiato con teli di plastica arancio acceso e allestito con una passerella in tinta. Nicolas Ghesquière ha portato in scena la Collezione Louis Vuitton Primavera – Estate 2024 , un mix di futurismo, bon ton chic e mood sporty, non rinuncia a tocchi di Haute Couture.

SFILATA LOUIS VUITTON DONNA PRIMAVERA-ESTATE 2024
@Courtesy

Sotto la guida del direttore creativo la sfilata ha illuminato giacche da baseball over abbinate a gonne a balze, cinture voluminose a doppio giro e semilegate, e una serie di proposte che strizzano l’occhio al guardaroba maschile, come spencer, camicie a righe e a strisce grandi , arricchite da tocchi femminili come corsetti di pelle stretti e giacche di raso.

Non sono mancate minigonne con stampe di collane, top scozzesi a forma di palloncino e una vasta gamma di giacche da motociclista in pelle. Ai piedi, tacchi svettanti da abbinare a micro bag. Se le tendenze borse vogliono maxi shopper voluminose, Louis Vuitton ha deciso di ritornare al micro, per portare con sé solo l’essenziale.

Tra gli ospiti presenti alla sfilata vi erano Zendaya, Cate Blanchett, Ana de Armas, Jennifer Connelly, Paul Bettany, Alicia Vikander, Léa Seydoux, Felix, Hyein, Zhou Dongyu, Suzu Hirose, Pharrell Williams, Urassaya Sperbund, Chloë Grace Moretz, Jaden Smith, Gemma Chan, Stacy Martin, Alana, Danielle and Este Haim, Lous and the Yakuza, Phoebe Dynevor, Marina Foïs, Zaho de Sagazan, Taeyeon, Emma Laird, Eileen Gu, Renate Reinsve, Kōki, Rola, Eve Jobs, Cynthia Erivo, Lena Waithe, Rayssa Leal, Regina King, Saoirse Ronan, Lily Gladstone, Ava DuVernay, Kerry Condon, Thuso Mbedu, Maia Mitchell, Hannah Einbinder, India Amarteifio, Alyssa Chia, Jurnee Smollett, Colman Domingo, Dafne Keen, Devon Ross, Ariana Greenblatt, Doona Bae, Amber Liu, Alice Diop, Pauline Chalamet, Venus Williams, Robyn, Sydney Chandler, Shay Mitchell, Emma Chamberlain, Lauren Wasser, Savanah Leaf, Carmarry Hall, Woodkid, Zita d’Hauteville, Peggy Gou, Hilyam Weldemichael e Hidetoshi Nakata.

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Ti potrebbero interessare…

Gestione cookie