SFILATE

Cerca
Close this search box.
Bonus spesa da 200 euro

Bonus spesa da 200 euro al mese: un bell’aiuto da chiedere subito

Presto arriverà un nuovo aiuto economico per le famiglie. Si potrà godere di un bonus spesa del valore di 200 euro ogni mese.

Con l’inflazione in crescita costante e i costi da sostenere che aumentano di giorno in giorno, anche solo fare la spesa al supermercato può essere un grosso grattacapo. Tanto che milioni di cittadini stanno perseguendo la via del risparmio, preferendo i discount alle grandi catene e rinunciando alle marche più importanti. Con l’obiettivo di avere a casa tutto il necessario senza dover necessariamente spendere un capitale.

Una situazione difficile di cui è ben conscio anche il Governo. Che da tempo sta lanciando alcuni bonus ed incentivi utili per poter rendere queste spese meno pesanti dal punto di vista economico. E proprio in questo senso, è stata da poco annunciata una nuova importante novità che potrebbe fare al caso vostro. È infatti in arrivo un nuovo aiuto da chiedere subito, che consiste in un bonus spesa del valore di 200 euro da poter spendere ogni mese. Ecco tutto quello che c’è da sapere a riguardo, è un’occasione unica.

Bonus spesa da 200 euro: cos’è e come richiederlo

Per far fronte alla situazione sempre più deficitaria che in Italia milioni di cittadini si ritrovano a vivere ogni giorno, presto arriverà un nuovo bonus del valore di 200 euro. Con la somma che verrà erogata alla fine o all’inizio di tutti i mesi, così da poter garantire un sostegno in più per andare al supermercato stando meno attenti al risparmio.

bonus 200 euro come richiederlo
Ecco come godere del nuovo bonus da 200 euro per la spesa – Sfilate.it

Il tutto è derivato dal nuovo disegno legge “Semplificazioni in materia di lavoro e legislazione sociale“, ora in ambito di esame e che sta portando ad un’ipotesi sempre più concreta. Ossia aumentare il valore dei buoni pasto per i lavoratori da 8 a 10 euro l’uno. È intervenuta anche l’ANSEB in audizione nella commissione Affari sociali, Sanità e Lavoro del Senato, andando ad accogliere positivamente la proposta.

Considerando che il costo medio va da 8,10 euro per un panino con bevanda e caffè e arriva fino a 15 euro per un menu completo, si sta valutando l’ipotesi di far accrescere il valore del singolo ticket. E se per un lavoratore in media ci sono circa venti buoni pasto al mese, pari al numero di giorni lavorativi, ecco che si può facilmente arrivare a 200 euro. Ricordiamo che i buoni pasto, oltre che in pausa pranzo, possono anche venire utilizzati al supermercato per fare la spesa.

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Ti potrebbero interessare…

Impostazioni privacy