SFILATE

Cerca
Close this search box.
tasse e dichiarazione dei redditi

730, finalmente la svolta è arrivata: ecco il metodo super veloce per pagare i tuoi debiti (niente paura, lo Stato è dalla tua parte)

La svolta per il pagamento del 730 è appena arrivata. Ecco come puoi pagare i tuoi debiti senza farti venire ansia e stress: i dettagli

I nostri lettori sono sempre più interessati al mondo dell’economia e della finanza, tanto che hanno deciso di porgerci sempre dei quesiti che riguardano i pagamenti, i controlli ma soprattutto uno dei documenti essenziali soprattutto nel periodo di Giugno: stiamo parlando della dichiarazione dei redditi, conosciuta anche come 730. Le cose però stanno cambiando, soprattutto in termini di debiti: migliaia di italiani non devono assolutamente farsi prendere dall’ansia e dal panico perché la svolta è arrivata. 

Il 730, come sappiamo è un documento essenziale che va ad attestare i redditi che hai percepito nel corso dell’anno precedente. Se quindi, per esempio, ora siamo nel 2024, allora si fa il 730/2023, ossia il 730 dove dichiari i redditi che hai percepito nel 2023. Ti sei sempre chiesto a cosa serve esattamente questo documento e perché è importarlo presentarlo: la risposta è molto semplice; serve a sistemare le cose , ossia a definire il tuo redditi al Fisco e quindi all’Agenzia delle entrate. 

Le situazioni in cui ti puoi trovare essenzialmente dopo aver presentato questo documento sono 3:

  • Sei in pari, non devi pagare niente al fisco, né devi avere rimborsi;
  • Sei a credito. Il fisco nota che hai pagato più tasse di quanto dovevi, quindi ti spetta un rimborso;
  • Sei a debito. Il fisco nota che hai pagato meno tasse di quanto dovevi, quindi ti spetta pagare un importo per rimetterti in pari.

Modello 730 a debito: ecco come affrontare la spesa

Molte volte i nostri lettori si sono trovati dinanzi asd una situazione di debito, significa che alcuni italiani hanno ricevuto un bonus o un rimborso che non gli spettavano affatto. Può essere anche il caso del contribuente che ha goduto nella busta paga di detrazioni per familiare a carico quando magari non spettavano affatto per motivi fiscali e quindi di reddito.

tasse
dichiarazione dei redditi alle stelle- crediti pixabay-sfilate.it

Bisogna comunque sottolineare che alcune volte il debito potrebbe essere di breve o lieve entità, altre volte invece la somma è davvero molto molto ingente. E quindi come facciamo a sanare il debito senza spellarci vivi? A salvare il contribuente ci pensa il Fisco che permette di pagare rateizzando la somma.

Quindi, concede al contribuente la possibilità di rateizzare l’Irpef a debito, fino a un massimo di sette rate totali.  Bisogna comunque dire che l’invio del precompilato è fissato al 30 settembre 2024 ma se vuoi godere delle rate devi necessariamente presentarlo molto prima.

Il vantaggio della rateizzazione è quello di non vedersi portare via una somma di denaro ingente in un’unica soluzione, ma bisogna considerare che all’importo delle rate successive alla prima saranno sommati interessi pari allo 0,33% mensili.

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Ti potrebbero interessare…

Gestione cookie