Luisa Spagnoli

Luisa Spagnoli è un brand di moda italiano di abbigliamento femminile, nato dall’idea Luisa Sargentini in Spagnoli, imprenditrice umbra nata a Perugia nel 1877, nota non solo per la catena di negozi che porta il suo nome ma anche per aver ideato il Bacio Perugina.

Luisa Spagnoli, prêt-à-porter e alta moda Made in Italy

Oggi il brand Luisa Spagnoli è conosciuto in tutto il mondo per la qualità Made in Italy dei suoi capi di abbigliamento donna che vanno dalle linee prêt-à-porter all’alta moda, e per la diffusione capillare dei suoi punti vendita in Italia ed in tutto il mondo, ma il tutto è iniziato con l’allevamento di conigli d’angora.

Lana d’Angora Luisa Spagnoli

Luisa Spagnoli fu un’illuminata allevatrice di conigli d’angora, dai quali ricavava la pregiata lana d’Angora con un procedimento del tutto particolare. I conigli infatti non venivano tosati ma pettinati con un pettine particolare, che nel 1942 venne anche brevettatato dal figlio Mario.

Proprio la lana d’angora fu la scintilla che fece decollare il marchio Luisa Spagnoli, che cominciò a produrre scialli, boleri e i primi capi d’abbigliamento per donna.

Abiti da cerimonia Luisa Spagnoli

Il brand Luisa Spagnoli è specializzato nella moda donna, con una forte connotazione di eleganza e qualità, ed è riconosciuto in tutto il mondo sia per la qualità e lo stile dei capi di abbigliamento prêt-à-porter che per quelli di alta moda e per gli abiti da cerimonia.Uno stile senza tempo, che porta alla realizzazione di una moda femminile adatta a tutte le età ed a tutti gli stili, nei quali ogni donna può trovare quello che più si addice al proprio mood.Dai tailleur ai vestitini bon ton perfetti per le serate speciali, passando per i bellissimi i giubotti in pelle e i blazer in lana, per finire ai jeans ed ai maglioncini colorati glamour adatti ad ogni momento della giornata. Questo è lo stile di Luisa Spagnoli, un brand per una donna moderna ma elegante, che pretende qualità.

La famiglia Spagnoli e l’impegno nel sociale

La famiglia Spagnoli si è distinta durante tutto il 20° secolo anche per alcuni episodi ad alta portanza sociale, come la realizzazione del primo asilo per i figli dei dipendenti nello stabilimento di Fontivegge (Perugina), di una piscina per i dipendenti nello stabilimento di Santa Lucia (Luisa Spagnoli), oppure la donazione di lana, calze e maglie ai propri dipendenti durante un rigido inverno negli anni ’40.
Al figlio Mario Spagnoli inoltre si devono la creazione di comunità autosufficienti come la “città dell’Angora” (1947) e la costruzione del parco giochi “Città della Domenica” negli anni ’60.

Articoli correlati

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo usare solamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando tutti i cookie ci aiuterai ad offrirti una migliore navigazione sul sito. Leggi la nostra Cookie Policy