Dsquared2 - p/e 2012

Sulla passerella di Dsquared2 una sexy rock girl

per la prossima primavera estate 2012 la donna Dsquared2 è libera e scopre nuovi scorci, nuove dimensioni...Da Londra a Glastonbury, l’American boy di Dsquared², prima di concludere il suo viaggio estivo in Europa, decide di seguire la sua ultima conquista inglese e di partire per il Glastonbury Festival of Contemporary Performing Arts.

Dopo aver presentato sulla passerelle di Milano Moda Uomo il turista perfetto che viaggia per le Capitali Europee, per la prossima primavera estate 2012 la donna Dsquared2 è libera e scopre nuovi scorci, nuove dimensioni…Da Londra a Glastonbury, l’American boy di Dsquared², prima di concludere il suo viaggio estivo in Europa, decide di seguire la sua ultima conquista inglese e di partire per il Glastonbury Festival of Contemporary Performing Arts.

Rocker chick e boho-hippy, muse e promotrici di un nuovo tipo di couture shabby e pur così chic, si muovono a tempo di musica su una passerella coperta dal fango che evoca immediatamente questo festival e i miti ad esso associati.

In passerella: utility jacket, camicie maschili, lunghi abiti tribal chic con ricami in rafia, hot
pant in denim, parka impermeabili e stivali da pioggia, rock girl scatenate e colorate che
mixano con stile capi dal sapore indie e grunge, dando vita ad uno stile unico “very Glastostyle”.
Tessuti e stampe: scintillanti tessuti animalier e bandiere americane.
Le lunghezze: decisamente corte o decisamente a terra.
Accessori: festival wrist bands, foulard in cotone colorati, cappelli “flappies” (Seventies) o
maschili, occhiali da sole specchiati dai colori flou e frange, frange e ancora frange: sui
gilet, sulle giacche e sulla tracolla Manitoba, la nuova it-bag Dsquared².
Scarpe: allegri stivali da pioggia con il tacco, passepartout per il giorno e per la sera, in
materiale gommato e “impantanati”, con un trattamento simile ai lavaggi utilizzati per il
tessuto dei jeans, che hanno reso famoso il brand e che erano stati appositamente
confezionati per Madonna e il suo “Drowned World Tour 2001”.
Colori: vividi e vivaci come la folla, gli striscioni, i nastri e le tende che ondeggiano a tempo
di rock. Giallo, arancio, magenta, viola, turchese e verde prato. E se il prato bagnato dalla
pioggia si trasforma in fanghiglia, spazio ai marroni e alle tonalità terrose.

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo usare solamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando tutti i cookie ci aiuterai ad offrirti una migliore navigazione sul sito. Leggi la nostra Cookie Policy