FUTUROTEXTILES in mostra al Museo del Tessuto di Prato

Il futuro del tessile in mostra a Prato

FUTUROTEXTILES in mostra al Museo del Tessuto di Prato

Dal 30 settembre fino al 13 novembre 2011, a Prato, capitale europea del tessile, torna una grande mostra porta all’attenzione del pubblico i tessuti del futuro.

Un panorama dettagliato sui più recenti sviluppi delle fibre e sulle più innovative applicazioni dei tessuti provenienti da aziende, produttori e creativi europei in prima linea nella realizzazione di prodotti tecnologicamente all’avanguardia.

Tessuti interattivi per il tempo libero (MP3 o dati GPS) che possono anche leggere dati per il controllo della salute, come temperatura e battito cardiaco; composti tessili capaci di assorbire acqua e rilasciarla gradatamente, per una perfetta irrigazione di piante e giardini; T-shirt in grado di idratare la pelle e liberare sostanze cosmetiche; tessuti per sport e lavori pesanti a protezione da urti e choc imprevisti, adattabili a qualsiasi condizione atmosferica.

E ancora, tessili per l’arredamento d’interni che assorbono le sostanze inquinanti rimuovendole dall’ambiente circostante; maglie d’acciaio e tessili foto luminescenti che possono essere da guida in ambienti bui.

Scienza, tecnologia e arte si uniscono così all’universo della produzione tessile per proposte innovative destinate ai settori dell’architettura, biotecnologia, medicina, sport, trasporti, elettronica fino all’industria aerospaziale.

La mostra si sviluppa attraverso nove sezioni che, anche grazie al supporto di materiali informativi, strumenti interattivi e postazioni multimediali, mostrano le molteplici applicazioni e le possibili destinazioni d’uso dei tessuti.

Ad accogliere il pubblico un’area ludico-pedagogica dove potranno essere esaminate e confrontate materie prime, stoffe e filati all’interno di postazioni organizzate come piccoli laboratori didattici – come la seta ragno, leggera ma cinque volte più resistente dell’acciaio, la torba che è stata impiegata per la realizzazione di un prototipo di capo di abbigliamento o il Seacell® fibra di lyocell arricchita con polvere di alghe islandesi, capace di curare la pelle.

La presenza di materiali informativi, strumenti interattivi e postazioni multimediali aiuteranno il pubblico nella comprensione dei contenuti della mostra, illustrando le molteplici applicazioni e le possibili destinazioni d’uso dei tessuti.

Oltre all’area ludico-pedagogica, si succedono le proposte pensate per gli interni delle abitazioni (Hometex), quelle futuristiche di giovani fashion designer (Clothtex), i nuovi materiali tessili compositi destinati al settore dei trasporti (Mobiltex) e i progetti architettonici che integrano l’uso del tessuto (Buildtex). Fino ai tessuti ad alta performance protettiva (Protex) e quelli innovativi destinati all’agricoltura, alla medicina e allo sport (Geotex; Medtex; Sportex).

Durante tutto il periodo di apertura della mostra sono previste visite guidate alle scuole di ogni ordine e grado; visita guidate gratuite ogni domenica pomeriggio alle ore 16.30; laboratori e visite animate per famiglie, come ad esempio “Lo Scienziato Matto!”, visita animata condotta da un attore professionista; nonché conferenze ed incontri organizzati in collaborazione con il Gruppo Giovani Industriali e Regione Toscana.

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo usare solamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando tutti i cookie ci aiuterai ad offrirti una migliore navigazione sul sito. Leggi la nostra Cookie Policy