Nomi per i bambini nel 2016

Nomi bambini 2016: ecco le tendenze del nuovo anno

Si parte dai filtri Instagram per arrivare a quelli più classici. Ecco i nomi più trendy del 2015 che, ne siamo certe, cavalcheranno anche l'onda del 2016

Se siete in attesa di un bimbo, maschio o femmina che sia, e state state pensando a un nome da dargli ma non sapete quale scegliere, vi possiamo aiutare con questa guida che, riprendendo l’argomento nomi femminili e nomi maschili più gettonati, vi propone le nuove tendenze per i nomi per bambini per il 2016.

Grazie ai dati forniti dall’INSEE (Institut national de la statistique et des études economiques), ogni anno, in Francia, viene pubblicato il libro sui nomi di tendenza per l’anno successivo.

Nomi per bambini più scelti nel 2015

Per le femmine sono Sofia ed Emma i nomi più amati dai genitori. Seguono  Aurora, Giulia e Martina. Tra i nomi particolari invece ci sono Mia, Maya e Sharon. Inoltre, sembra che la fonte di ispirazione per eccellenza per il prossimo anno sarà l’Antico Testamento, per cui ampio spazio a nomi quali Rachele o Rebecca.
Sono molto popolari anche i nomi rétro come Louise, ovvero Luisa. Precipitano invece nomi come Clara e Anaïs che avevano conosciuto l’apice del successo nel 1990, mentre Juliette (Giulietta o Giulia) riappare in magna pompa.

Per i maschietti invece, sono Andrea e Francesco i nomi maschili più amati dai genitori nel 2015. Molto gettonati anche Gabriele, Alessandro e Mattia. Tra i nomi particolari invece ci sono Nathan, Liam e Loris.

Tra quelli originalissimi, spopola Lux, il nome di una funzione Instagram che dà luminosità e schiarisce, domina le classifiche con il 75% delle scelte dei giovani genitori, sia per maschietto che per femminuccia.
Molto amato anche Ludwig, come Beethoven e anche come un altro filtro Instagram, Ludwig appunto, al 42% delle preferenze nella classifica dei nomi particolari per maschietti, anche se noi preferiamo pensare che ci si ispiri solo al grande compositore…
Sempre in tema “Instagram”, per le femminucce il nome più quotato è Juno (30%) che si ispira al filtro che rende le foto di paesaggio soft e delicate.

Insomma, tra tradizione e innovazione, ce n’è davvero per tutti i gusti.

di Raffaella Ponzo

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo usare solamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando tutti i cookie ci aiuterai ad offrirti una migliore navigazione sul sito. Leggi la nostra Cookie Policy