Energia, classe e collezioni sempre più fresche: MMMD
Collezioni sempre più veloci ad arrivare negli store e grande attenzione ai dettagli.
Accanto ai marchi del lusso, una nuova generazione di designer si fa largo. Dalla giovane stilista comasca, Carlotta Canepa, cresciuta tra le sete nel distretto lariano a J.J.Martin, l’affascinante americana e milanese d’adozione.
Da Ricostru all’austriaco Arthur Arbesser, passando per Maryling: la prossima estate è un inno alla fantasia. Stampe, colori e tagli che strizzano l’occhio all’arte e all’architettura per collezioni fresche da indossare per non passare inosservate, ma con stile.
Una settimana della moda dove la parola d’ordine è sostenibilità, unita a ricerca, nei tessuti e nelle palette.
A partire da Jil Sander che porta piante selvatiche rigogliose all’interno di un simbolo dell’industria, passando per Moncler, che, proprio nei capannoni industriali di via Orobia ha svelato tutte le novità dei piumini che indosseremo: dal lettering alle geometrie, dai fiori alle vele, il capo passpartout viene portato a leggerezze estreme e prestazioni funzionali oltre che estetiche.

Pelle verniciata e chiffon da indossare con tacco altissimo per N 21 di Alessandro dell’Acqua. Il brand per la PE 2019 rinuncua al mood sportivo e gioca con l’eros, ma stemperato da gonne dritte e precise e abiti con piume e cristalli.
Grandi fiocchi e nude color per stupire con un intrigante gioco di “vedo non vedo” dannatamente chic.

Rigore e tagli netti per Jil Sander.
Lucie e Luke Maier rileggono la divisa in chiave austera, protettiva e sportiva con tessuti tecnici e misteriosi.

Sandali bassi, pizzo San Gallo e colori pastello per le innocenti evasioni di Alberta Ferretti.

Categorie: Sfilate Tag: .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: