Parliamo di smagliature, tanto odiate dalle donne.
Ma ora, con i prodotti di nuova generazione, si può fare qualcosa per attenuarle.
Le tanto odiate smagliature colpiscono tutte, basta una dieta fuori controllo, la gravidanza, un cambiamento ormonale o anche lo stress per mettere a dura prova la nostra epidermide.

La pelle è elastica, ma quando la tendiamo o accorciamo troppo tramite il dimagrimento, inevitabilmente perde tonicità e così si formano le smagliature. Infatti, quando l’intreccio di collagene ed elastina nel derma si strappa, compaiono quelle strisce prima rosa e poi bianche tanto antiestetiche. I punti più colpite sono glutei, addome, seno, insomma, le zone più sedicenti della bellezza femminile.

Come detto, insorgono nella pubertà, in gravidanza e anche quando si hanno rapidi mutamenti di peso. Ma anche le carenze di vitamina C  impediscono l’incorporazione di aminoacidi a livello delle fibre di collagene: vi si può ovviare assumendo la vitamina C (in capsule da 500 mg) al mattino con un abbondante bicchiere d’acqua. La cura, che durerà 1-2 mesi, stimola la sintesi del collagene.
Ma il segreto resta sempre la prevenzione, dunque idratiamo sempre la nostra pelle con olio di mandorle o con altre formulazioni che si trovano in tutte le farmacie, da Relastil a Bio Oil.

Ma possiamo prendere anche degli integratori, come il silicio, un minerale presente in minima quantità nel corpo umano, ma necessario per l’attività degli enzimi richiesti per la sintesi del collagene. Le patate sono un cibo ricco di silicio (20-30 mg per 100 g): vanno gustate lessate con un filo d’olio, ma non fritte. Integratori a base di silicio organico sono certi tipi di alga, come l’alga rossa ( Lithothamnium corallioides), che si trova in compresse: una al giorno, a digiuno, per non più di due mesi.
Abbiamo ancora un mese per camuffare i nostri piccoli difetti e stare bene in salute,proviamo!
Di Raffaella Ponzo

Categorie: Bellezza Tag: , , .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: