Naturalmente quando si hanno problemi di salute, è bene rivolgerci subito al dottore. Ma, alle cure tradizionali, ogni tanto possiamo affiancare anche rimedi naturali, come in questo caso.
Quando si leggono i valori delle analisi del sangue, bisogna tenere in grande considerazione il valore del ferro.

Infatti il ferro è un minerale importantissimo per la nostra salute: la sua mancanza porta alla debolezza, facile affaticabilità e mal di testa.

Questo accade perché il ferro, presente nel sangue in piccolissime quantità e contenuto nei globuli rossi, serve a trasportare a ogni singola cellula del corpo, l’ossigeno che abbiamo ottenuto respirando. Senza l’ossigeno così trasportato, le cellule soffrono e il corpo si indebolisce. Ecco perché è importante mantenere livelli normali di ferro nel sangue e, in caso di valori sballati, in eccesso o in difetto, farsi prescrivere dal proprio medico di fiducia tutti gli accertamenti per scoprire la causa.
Ma come curarci se abbiamo i valori del ferro bassi?
Oltre ai medicinali, obbligatori quando i livelli sono molto inferiori alla media, possiamo aiutarci con l’alimentazione.
Il ferro è contenuto soprattutto nelle carni rosse e, in particolare, nel fegato. Anche spinaci e legumi ne sono ricchi ma, in questo caso, il ferro è meno facilmente somministrabile dall’intestino e per aiutare l’assimilazione, bisogna condirli con il limone.
Infatti il ferro si assorbe più facilmente se associato ad alimenti acidi come gli agrumi.
Dopo tre mesi fate nuove analisi per vedere se ci sono dei miglioramenti.
( leggi altri articoli Salute/Benessere di Sfilate.it)

Categorie: Moda Donna Tag: , , .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: