La mente umana rimane un  mistero, se poi ci si avvicina a discorsi come vestiti, scarpe e accessori, si entra in un tunnel da cui è difficile venir fuori.

Secondo gli ultimi studi effettuati su un ampio numero di donne, il guardaroba sarebbe un vero e proprio caos interiore. L’armadio rappresenterebbe concetti personali, che nel tempo risultano malleabili e di conseguenza cambiano. Facciamo dunque qualche esempio pratico.

Tutte, almeno una volta nella vita, abbiamo avuto un colpo di fulmine per un capo o qualsiasi accessorio visto in vetrina. Il nostro inconscio sviluppa una sorta di attrazione irrununciabile, che ci spinge a comprare. Queste sensazioni sono dovute ad uno stato psicologico, derivante da un momento specifico del nostro animo, che scatena in noi la reazione di possesso.

Questo fa si, che dopo pochi giorni o qualche mese, la fase di “innamoramento”  finisca bruscamente. Da questo deriva anche la jungla dell’armadio. Quante di noi indossano realmente tutti i capi all’interno del guardaroba? Secondo dei sondaggi recenti, le donne utilizzerebbero solo il 20% dell’abbigliamento a disposizione, ricco di capi low-cost impossibili da non acquistare, insieme a quelli di vecchia data da cui non ci si separa mai,ma anche regali non graditi ed abiti ….li accantoniamo, non riusciamo a separarcene.

L’unica cosa da fare per riaccendere la fiamma con il proprio guardaroba è quella di disfarsi dei vecchi acquisti non utilizzati a fine stagione e di innamorarcene nuovamente.
Come? Curandoli nei lavaggi con i prodotti specifici, per non perdere la scintilla della prima volta.

Nancy Malfa

Categorie: Costume e società Tag: , , .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: