Alzi la mano chi durante il post cenone natalizio, non si sia sentita appesantita, gonfia e anche sotterrata dai sensi di colpa. Anche perché tempo una settimana e ci aspetta un’altra festività importante, nella quale è d’obbligo apparire sexy ed eleganti: la notte di San Silvestro.
Per presentarsi sgonfie e con la pancia piatta, con il nostro bel vestitino per salutare il vecchio anno e strizzare l’occhio al nuovo, belle e leggere, ecco qualche piccolo accorgimento:

DEPURIAMOCI:
Dopo il carico di dolci, carboidrati e calorie, il corpo ha decisamente bisogno di un restart, per azzerare l’eccesso di cibo non proprio salutare che abbiamo ingerito durante cene, cenoni e aperitivi vari!
Proviamo allora con qualche rimedio naturale.
KIWI E FINOCCHIO: Mangiamo ogni giorno un kiwi e beviamo due litri di tisana con semi di finocchio. Già dopo qualche giorno dovreste notare una diminuzione del giro pancia.
OLIO D’OLIVA: I grassi monoinsaturi sani contenuti nell’olio d’oliva stimolano il metabolismo a bruciare più calorie, combattendo l’accumulo di grasso. L’olio d’oliva se assunto con moderazione e regolarità (circa tre cucchiai al giorno) aiuta il nostro organismo a controllare il livello di zucchero nel sangue, un azione importante che gioca un ruolo chiave nel tenere a bada gli attacchi di fame, riducendo l’accumulo di grasso intorno al giro vita.
ASPARAGI: Tutte le verdure verdi contengono molte sostanze nutrienti, con un basso contenuto calorico, ma gli asparagi hanno un ruolo fondamentale per la nostra salute e il nostro apparato digestivo. Oltre ai suoi effetti anti-gonfiore, gli asparagi stimolano la diuresi, favorendo l’eliminazione di scorie. Un alimento naturale, fonte straordinaria di prebiotici che stimolano la crescita dei batteri “buoni” che ci aiutano a mantenere il sano equilibrio del sistema digestivo, proteggendo insieme alle fibre solubili e insolubili la salute dell’apparato digerente.
SALMONE: Il salmone, un pesce grasso che contrariamente a ciò che si pensa, aiuta a combattere il grasso addominale in quanto ricco sia d’omega-3 sia di vitamina D. Infatti, insufficienti livelli ematici di vitamina D sono stati collegati all’obesità. Inoltre gli omega-3 contenuti nel salmone e altri pesci grassi come l’aringa e lo sgombro, possono anche aiutare ad appiattire l’addome alterando l’espressione di alcuni geni, stimolando il corpo a bruciare i grassi.
UOVA: Un alimento molto efficace per perdere il grasso addominale. Le uova sono ricche di proteine e offrono un grande senso di sazietà. Infatti uno studio pubblicato dal Nutrition Research ha rilevato che le persone che mangiano uova a colazione hanno meno probabilità di mangiare troppo nel resto della giornata. Per noi italiani é inusuale mangiare uova a colazione accompagnate da una fetta di pane tostato e un ottimo succo d’arancia rossa ma è un ottimo pasto, ricco di energia e minerali.
BANANE: Un alimento debellato da molte diete ipocaloriche, in realtà la banana è un frutto molto importante per ottenere un ventre piatto. Il potassio, un minerale contenuto in grandi quantità in questo frutto esotico, aiuta a sgonfiare lo stomaco, agendo come un diuretico naturale; inoltre le fibre solubili contenute nelle banane contribuiscono ad alleviare o prevenire la stipsi.
CETRIOLI: I cetrioli sono ricchi d’acqua e sono naturalmente a basso contenuto di calorie. Aiutando a idratare l’organismo e controllare il nostro peso. Un alimento ricco di potassio, ferro e magnesio, dalle proprietà diuretiche, depurative e digestive, capace di controllare i livelli di glicemia grazie ai principi attivi contenuti nella buccia.

ADDOMINALI COME MIRANDA KERR:
Alla ventiduesima edizione dell’Elle Women in Hollywood Awards, evento organizzato al Four Seasons Hotel di Beverly Hills, Miranda Kerr ha sfoggiato un outfit che metteva in risalto la sua straordinaria pancia piatta, oltre a far risaltare le sue forme sinuose.  Per sei anni tra le star di punta di Victoria’s Secret, Kerr ha fatto vedere che non ha perso un grammo della sua bellezza anche adesso che ha lasciato il celebre brand statunitense.
Allora proviamo anche noi a tonificare i muscoli dell’addome con qualche semplice esercizio:
Esercizio 1 – Stenditi sul tappetino, le braccia lungo i fianchi con i palmi delle mani rivolti verso l’alto. Solleva la testa verso il petto tenendo il mento abbassato, le braccia e le spalle dovranno essere sollevate dal pavimento di qualche centimetro. Solleva i piedi di circa 30 centimetri tenendo le punte rivolte verso l’esterno e, alternativamente, incrocia le gambe, porterai prima il piede destro sul sinistro e, poi, il sinistro sul destro. Per la tua sicurezza cerca di non scaricare il movimento sulla cervicale e concentralo, invece, sull’addome. Per avere addominali scolpiti impegnati a fare 20 ripetizioni, in poco tempo potrai dire addio alla pancetta.
Esercizio 2 – Distenditi sul tappetino a pancia in su, le braccia allungate dietro di te con il dorso delle mani appoggiato sul pavimento. Ruota in avanti il braccio sinistro come se stessi nuotando, solleva poi il busto portando il ginocchio destro contro di esso. Torna alla posizione iniziale, quindi riparti con l’altra gamba per dieci ripetizioni.

MASSAGGIO A FARFALLA:
Possiamo aiutare il nostro fisico a tornare in forma anche attraverso un massaggio stimolante. Il nostro alleato sarà, in questo caso, l’olio di finocchio. Facile da trovare è perfetto per chi vuole sgonfiare l’addome, perché ha delle eccezionali proprietà calmanti e riposanti. Un bel bagno caldo, massimizzerà l’assorbimento degli oli usati successivamente nel massaggio e migliorerà l’elasticità della pelle.

Ecco come fare: I 5 punti strategici del massaggio a farfalla sono i seguenti: l’ombelico (centro), i due punti dove inizia la cassa toracica, e le due aree appena sopra le anche. Il massaggio consiste nel toccare questi 5 punti in successione, disegnando degli “8” in orizzontale, con il centro nell’ombelico.

Categorie: Benessere donna Tag: , .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: