Avere le unghie sempre perfette è il sogno di ogni donna, ma ciò richiede tempo perché con gli smalti tradizionali occorre ritoccare la propria manicure ogni giorno, per questo oggi vogliamo parlarvi dello smalto semipermanente e dei suoi vantaggi.

Lo smalto semipermanente è un prodotto fotoindurente che polimerizza in lampada,  garantisce una tenuta di circa tre settimane e può essere utilizzato sull’unghia naturale con l’apposta base oppure può sostituire il gel color nella ricostruzione unghie.

I migliori semipermanenti uniscono la facilità di stesura dello smalto tradizionale alla lucentezza del gel , garantendo unghie impeccabili e ordinate per diverse settimane. La polimerizzazione del semipermanente  può avvenire il lampada Uv o Led, questo dipende dalla sua formulazione: in lampada Uv i tempi sono maggiori rispetto alla Led, che impiega circa 30-40 secondi.

Un aspetto da non sottovalutare è l’odore, un prodotto di qualità si distingue poichè privo di esalazioni maleodoranti.

Un’altra caratteristica che dovrebbe avere ogni semipermanente è la formulazione 7Free, cioè priva di  sostanze nocive come formaldeide, canfora, toluene ecc.

Come si applica lo smalto semipermanente e quanto tempo richiede ?

I passaggi per una corretta stesura richiedono circa 30 minuti e sono i seguenti: dopo aver rimosso le cuticole con l’apposito remover, corretto la lunghezza dell’unghia naturale e averle conferito una forma corretta, occorre opacizzare la superficie ed applicare il Nail Prep, un prodotto che asciuga all’aria in pochi secondi. Per unghie particolarmente difficili è consigliato anche l’utilizzo del Primer.

Prima di stendere il colore è necessaria l’apposita base per garantire una perfetta adesione. I brand più all’avanguardia hanno formulato basi arricchite con vitamine e ad alta densità, autolivellanti, con le quali poter effettuare dei piccoli allungamenti grazie all’utilizzo delle nail form, e che permettono di  correggere eventuali imperfezioni dell’unghia naturale.

Dopo aver polimerizzato in lampada la base si passa alla stesura di 1 o 2 strati di colore, e infine si sigilla il lavoro con il Top Coat. Anche questi passaggi richiedono la polimerizzazione in lampada.

I top coat possono rilasciare uno strato dispersivo che va rimosso con l’apposito cleanser, oppure in alternativa si può utilizzare il top NO WIPE, che garantisce un effetto ultra-lucido senza bisogno di sgrassare.

Chi invece  desidera una manicure raffinata e particolare può scegliere il top coat matt: lo smalto diventerà opaco in un semplice step!

Per concludere il lavoro è consigliato idratare le cuticole con l’apposito olio, che oltre a nutrirle rilascerà sulle vostre mani un gradevole odore.

La rimozione di questo sistema avviene con un apposito liquido che in circa 10 minuti scioglierà il prodotto lasciando le unghie sane e pronte per la successiva applicazione.

Ci auguriamo di essere riusciti a chiarirvi molti dubbi sul semipermanente e sulla sua applicazione.

Se siete interessate a scoprire di più vi lasciamo il link allo smalto semipermanente Non Stop Color di La Femme

Buona manicure a tutte!

Categorie: Bellezza Tag: .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: