Malìparmi e CAF onlus insieme a Milano per una settimana di shopping solidale

Fare acquisti fa bene. E’ da questa idea che prende vita l’iniziativa di shopping solidale a cui Malìparmi partecipa: una vendita speciale di abiti e accessori della collezione primavera estate 2009 il cui ricavato sarà devoluto in gran parte a favore dei bambini ospiti nelle comunità CAF onlus. L’appuntamento è a Milano, presso lo spazio Young & Rubicam Brands di Via Tortona 37: si inizia con un cocktail inaugurale il 19 maggio, dalle 17,30 alle 22, per proseguire poi dal 20 al 25 maggio con orario continuato dalle 12 alle 20 – domenica esclusa.

CAF, Centro di Aiuto al Bambino Maltrattato e alla Famiglia in Crisi, da trenta anni si occupa di minori che hanno subito maltrattamenti e abusi e di famiglie in situazioni di forte disagio. La sua equipe psicopedagogica formata da professionisti del settore, opera attraverso un progetto d’accoglienza in comunità per i bambini dai 3 ai 12 anni, offrendo loro una casa temporanea, un rifugio sicuro dove sentirsi protetti e riacquistare fiducia in se stessi. CAF, oltre ad ospitare il minore nella fase iniziale, lo accompagna in un percorso educativo e rieducativo personalizzato e provvede infine a trovare per lui una collocazione idonea o con il rientro in famiglia o tramite l’affidamento.

Da sempre sensibile alle problematiche sociali reali e già impegnato in attività di sostegno e solidarietà su diversi fronti, Malìparmi ha raccolto intorno a sé un gruppo di collaboratori a sostegno di CAF, realizzando un vero e proprio gruppo di lavoro con un fine comune. Oltre a Young & Rubicam Brands che ha gentilmente offerto la location, in occasione dell’evento collaborano con Malìparmi l’architetto Hajimè Miyajima e Sergio Colantuoni per l’allestimento dello spazio, Pino Perri della Print Materia per la produzione dei mobili – tutti realizzati in cartone, con la possibilità di essere utilizzati in altre occasioni-  e Mauro Galbiati per la parte grafica.

Un impegno no profit a sostegno di CAF per aiutare i bambini ospiti delle sue comunità d’accoglienza. Persone e professionalità diverse unite in un progetto corale di solidarietà.

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo usare solamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando tutti i cookie ci aiuterai ad offrirti una migliore navigazione sul sito. Leggi la nostra Cookie Policy