WHITE HOMME, 6a Edizione: il Salone supera quota 100

Si aprirà domenica 20 giugno negli spazi del Superstudio Più a Milano la 6a edizione di WHITE HOMME, show internazionale della moda uomo che in occasione dell’appuntamento di primavera amplia i propri confini conquistando importanti brand del formale contemporaneo che trovano oggi nel Salone il contesto ideale per veicolare il loro nuovo percorso di modernità.

Dopo il successo della 5a Edizione del gennaio scorso che ha visto un aumento del 35% delle presenze dei buyer, per l’edizione di giugno il Salone registra una conferma del 70% delle partecipazioni (in termini di espositori delle precedenti stagioni) e conferma inoltre la presenza di 110 brand di alta qualità (con una crescita del 10% rispetto a gennaio).

Anche la manifestazione uomo, oltre ai circa 9.000 mq di superficie della scorsa edizione, si espande impegnando altri 1.000 mq nell’Ex-Ansaldo (location in Via Tortona 54, di fronte a Superstudio Più) per accogliere i visitatori di WHITE e la città di Milano in occasione di una mostra/evento dal titolo “La tradizione, il valore, il bello”.

“Questo Salone ci ha caricato di nuove energie e stimoli. Sentiamo molto forte la continua e naturale evoluzione di WHITE Homme che ci permette di lavorare sempre più pensando al nostro “uomo ideale”, l’uomo contemporaneo e di tendenza, in sintonia col nostro mood. Una persona capace di mixare con gusto ed eleganza il casual con capi dell’alta sartoria contemporanea, sempre più al passo con i tempi nei modelli e nel fitting. Oggi, manteniamo il nostro DNA legato alla ricerca, ma sopratutto alle proposte di qualità, ed estendiamo i nostri orizzonti proponendoci come una sorta di department store grazie all’obiettivo raggiunto di coinvolgimento di importanti brand del formale moderno. Per noi è un’importante conquista ed un segnale forte dal mercato che richiede flessibilità, adattamento e soprattutto la capacità di cogliere gli aspetti positivi di un periodo di continui cambiamenti”. Simona Severini, Direttore Generale WHITE.
 
All’Ex-Ansaldo in mostra “La tradizione, il valore, il bello” L’azienda partenopea Ciro Paone S.p.a. porta a Milano la sua realtà: KITON l’eccellenza del fatto a mano.
Una cornice di 1.000 metri quadrati nell’Ex Ansaldo per ospitare un grande tableau vivant. Una parte dell’attività della Ciro Paone S.p.a. di Napoli si trasferisce a Milano in occasione di WHITE Homme per offrire al pubblico dei visitatori e alla Città un vero spettacolo: il lavoro artigianale dei sarti che la stessa azienda forma attraverso una scuola di sartoria. “Artisti” dell’ago e filo che creano la moda Made in Italy famosa nel mondo.

La storia e la tradizione dell’Azienda che produce il brand KITON uomo e donna, verranno introdotte attraverso una mostra di immagini fotografiche d’archivio.
L’azienda partenopea fonda la propria attività sul concetto di qualità della vita che diventa qualità del lavoro e quindi qualità del capo finale. Una vera e propria filosofia che si basa sulla cultura del bello, del vero e dell’originale.

Tutto comincia con la formazione, una scuola di sartoria aziendale dove i “sarti esperti” preparano i giovani al lavoro. L’80% degli studenti al termine dei corsi trovano una collocazione alla Ciro Paone S.p.a., il restante 20% viene assunto da altre aziende del settore. Testimonianza della necessità di investire sulle nuove generazioni per tramandare il know-how italiano, raro, prezioso e sempre più richiesto.

Per 2 giorni, domenica 20 e lunedì 21 giugno un gruppo di sarti specializzati tra cui ex studenti della scuola aziendale, mostreranno le loro abilità lavorando in trasferta sotto gli occhi del pubblico. Verranno presentate tutte le fasi di creazione, dal taglio al cucito, per la produzione di abiti. Ogni sarto lavorerà rigorosamente nella propria postazione originale e con i propri personali strumenti, dalla sedia in legno alle forbici.
L’azienda trasferirà a Milano anche la mensa e il cuoco napoletano che la gestisce. L’ora del pranzo è un altro momento importante nel corso della giornata: è convivialità, scambio, socializzazione e naturalmente buon cibo. Anche in questo caso qualità senza condizioni.
Si riuniranno a tavola i sarti e i responsabili della Società insieme ad ospiti dei settori della cultura e della moda per lanciare un informale dibattito sul tema del valore del bello e del vero nella moda italiana.

Racconta Massimiliano Bizzi, Presidente WHITE: “La visita dell’azienda Ciro Paone S.p.a. a Napoli mi ha talmente entusiasmato ed emozionato che ho voluto fortemente realizzare il nostro evento in collaborazione con loro. Il nostro obiettivo è di coinvolgere il pubblico in questa esperienza diretta per provocare un’emozione, per capire, per tornare a dare il giusto valore al nostro settore attraverso il recupero della tradizione e della cultura italiana. Cultura che aziende di questo calibro tutelano e tramandano con amore. La moda è fatta di emozioni e passione”.

Il nuovo formale a WHITE

Con l’adesione di realtà eccellenti del NUOVO FORMALE, WHITE sviluppa un segmento già partito con segnali forti dalla scorsa stagione con DRUMOHR che conferma oggi la sua partecipazione.

Tra le novità un’importante rappresentanza della tradizione sartoriale napoletana contemporanea che si esprime al massimo con SARTORIO, protagonista di uno speciale allestimento. Una stanza, uno spazio ispirato all’uomo a cui il brand si rivolge. Un uomo ricercato, introspettivo, non convenzionale. Una sorta di dandy di oggi, che aprirà al pubblico la sua camera da letto arredata con pezzi vintage e complementi di design, un mix tra gusto classico e moderno, dove troveremo indizi e dettagli che sveleranno la sua personalità.
BARBA NAPOLI che rinnova le sue camicie attraverso piccoli dettagli e DI RUGGIERO, altro grande attore della camiceria sartoriale di tradizione partenopea.

Tra i nuovi ingressi, anche la partecipazione di SEALUP che, dopo i riscontri positivi della della scorsa edizione con il brand Filippo Chiesa, presenta tre progetti di collezione: “Casual Chic”, “XXLight”, “Motorcycle trench coats”.

Entrano anche CRUCIANI, storica azienda italiana di riferimento nella maglieria di cachemire che proporrà le maglie totalmente reversibili e MASSIMO ALBA, in veste di creative director di un evento speciale nella Sala Lounge.

L’evento Speciale:

Massimo Alba presenta creazioni esclusive per WHITE e un Temporary Shop

MASSIMO ALBA. Dopo importanti esperienze nella moda firma nel 2007 la propria collezione uomo e donna, distribuita a partire dalla propria boutique in via Brera a Milano, in selezionati negozi nel mondo. Massimo porta nelle sue creazioni la propria personale visione della vita. WHITE apre le porte a tutto il suo mondo creando uno spazio quotidiano, reale, un’area in continuo movimento, un work in progress, una storia in divenire che coinvolgerà moda, arte, musica, e altre cose belle della vita. L’obiettivo è di “ricreare” spazi familiari allo stilista. Il suo studio, lo showroom, la sua casa, saranno trasferiti al Salone, ricreando un ambiente caldo, accogliente, sentimentale.
Lo spazio Massimo Alba sarà un angolo di WHITE dove sostare, mangiare, riposarsi in un’atmosfera conviviale. Una grande stanza aperta ad ospiti e amici che riserva una sorpresa per la sera.
TEMPORARY SHOP. Saranno esposte creazioni realizzate in esclusiva per WHITE: impalpabili foulard in cashmere stampati, una speciale collezione di cravatte, pezzi unici vintage, cuscini WHITE ricamati con ritratti di uomini e donne. Scarpe da vela cucite a mano, cappelli, occhiali colorati, opachi. Apertura al pubblico a partire dalle 18.30 (dopo la chiusura del Salone).

Gli Special Guest
Per la prima volta in Italia il brand DAMIR DOMA, fondato dal giovane designer croato Damir Doma presente al Salone dalla scorsa stagione con la linea Silent. In esclusiva per WHITE HOMME 8 outfit, anteprima assoluta della nuova collezione SS11 uomo che sarà presentata a Parigi la settimana seguente con un defilé-evento che rappresenta uno degli appuntamenti più interessanti del calendario francese. Lo stilista si presenta, inoltre, con una video installazione site – specific posizionata nel Basement.
Formatosi ad Anversa con un’intensa collaborazione con Raf Simons debutta nel 2006 traducendo in una collezione, che è subito successo, la sua estetica ispirata alla fragilità del corpo umano e alla ricerca dell’espressione contemporanea del maschile e del femminile. Figure drappeggiate, volumi fluttuanti e tagli leggeri, per rappresentare la sua visione della moda e dell’arte senza compromessi.
Grande attesa per un’altra new entry, per la prima volta in un Salone italiano, SURFACE TO AIR. Una realtà che nasce a Parigi, nei primi anni 2000, come gruppo di creativi uniti da progetti di fotografia, moda, grafica, musica e film. Anno dopo anno il team è cresciuto sviluppando autonomamente ognuna di queste attività in società separate ma tenute insieme dalla comune visione. Tra le loro collaborazioni Louis Vuitton, Issey Miyake, Dover Street Market.
La collezione di abbigliamento Surface To Air nasce per vestire lo stesso collettivo Surface. Diventa poi un total look per uomo e donna. Così l’uomo è una reinterpretazione dei classici con influenze e dettagli dal militare al country, dal borghese francese al heavy rock. La donna involontariamente sexy.

MAKIN JAN MA, un artista poliedrico che arriva alla creazione di collezioni di abbigliamento in maniera indiretta e inusuale. Makin scrive storie e sceneggiature, realizza film dalle sue storie, veste i suoi personaggi con le sue creazioni.
Originario di Hong Kong, si trasferisce a Londra all’età di 19 anni per completare gli studi. Durante quel periodo ha cominciato a sviluppare il suo linguaggio visivo e la sua prospettiva unica. Il bisogno di creare con mezzi diversi per esprimersi e il desiderio di diventare regista, ha portato Makin a produrre i primi capi per la realizzazione di video.
La creazione degli abiti gli permette di stabilire una relazione intima e sensuale con i suoi personaggi. Fonti di ispirazione dell’artista sono l’essere, la luna e la materia. Makin porterà il suo universo a WHITE in un’area speciale.

La ricerca e l’avanguardia: il DNA WHITE
WHITE continua con la pura ricerca attraverso brand che propongono l’unicità come ALEXANDER FIELDEN, artista e artigiano della calzatura. La sua attività inizia nel 2003, nel corso di questi anni ha disegnato e realizzato molte paia di scarpe uniche su commissione e numerosi singoli pezzi d’arte potenti e originali.

Spazio alla creatività e all’estro anche con NINESIXTY di HIROTERU KATOH giovane designer giapponese (tra le sue collaborazioni Lucien Pellat-Finet e Patrick Cox) che propone un’originale collezione di anelli chevalier realizzati a mano con pellami pregiati, coccodrillo e pitone, oro, argento, pietre preziose e pietre fini.

La ricerca e l’unicità continuano con l’esposizione del Basement che registra l’80% di conferme da parte dei brand. Nelle cantine del Superstudio Più vengono ricavati suggestivi showroom riservati alle proposte di stilisti d’avanguardia che presentano collezioni con un elevato contenuto creativo e con una distribuzione selettiva. Presentano collezioni total look LUMEN ET UMBRA e VOLGA VOLGA; con gli accessori L.G.R. (occhiali), PORTRAIT (foulard), CORNELIAN TAURUS by DAISUKE IWANAGA (borse), MARSELL e MARSELL GOCCIA ; NORWEGIAN RAIN con l’originale abbigliamento da pioggia e PRPS denim.

Il cuore del Salone
WHITE presenta inoltre una selezione di brand che rappresentano le tendenze in maniera eccellente e con un forte orientamento fashion che confermano l’ampia varietà e l’elevata qualità delle realtà commerciali del Salone.

Tra le new entry: con collezioni di abbigliamento ALTERNATIVE APPAREL, EDUN, DEPARTMENT 5, EMILIANO RINALDI uomo e donna, INDIVENIRE, PURER, SUPERFINE, TCONCEPT, TRANSIT PAR-SUCH; e ancora BACON giubbotti, la maglieria di BELLWOOD, i pantaloni di GOODMAN’S BROS, il denim di KURO, M. ROY CREATIVE LAB camicie; e gli accessori di: PARENTI (cinture), SILENT PEOPLE (borse), RAFFAELLO BETTINI (cappelli), LUCA DELLA LAMA (cinture); i capospalla di TRAME, e la maglieria di V-NECK.

Lo spazio XS vede il ritorno di 52 82 calzature, AD 56 cravatte, DEMAGLIE gioielli, LEATHER CROWN calzature, MOSCA camicie, OPS! Orologi, REVERSO maglieria, RUFFA calzature e il nuovo ingresso di: COR SINE LABE DOLI papillon, DIVOSS t-shirt, DOZEN calzature, HEIDI RITSCH cinture, MEDIVE e ROSAMUNDA IN BLU sciarpe, OPRA borse. L’XS è l’area dedicata ai designer esordienti, brand neonati che presentano piccole collezioni e che il Salone sostiene offrendo l’opportunità di esporre a condizioni agevolate per 2 stagioni permettendo loro di entrare in contatto con il pubblico selezionato di buyer e stampa che visita lo show.

La colonna sonora della manifestazione
Il sottofondo musicale del Salone, durante le tre giornate, sarà realizzato in diretta da una serie di DJ che si alterneranno alla console installata all’interno di una scenografia ad hoc. La musica scandirà, con sonorità ogni volta diverse, le ore della giornata creando l’atmosfera intima di un club.
Ogni giorno, a partire dal tardo pomeriggio, sono in programma live show e DJ set selezionati da Bitsugar.

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo usare solamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando tutti i cookie ci aiuterai ad offrirti una migliore navigazione sul sito. Leggi la nostra Cookie Policy