Unghie belle: come prendersene cura giorno per giorno

Avere le unghie sane e le mani curate è il primo biglietto da visita per ognuno.
Spesso però per mancanza di tempo non dedichiamo attenzione alla cura delle mani, ignorando che l’aspetto estetico è in realtà un indicatore della nostra salute complessiva.
Dalla salute delle unghie, per esempio, possiamo comprendere se il nostro organismo è sano o se ci sta inviando alcuni segnali di carenze o disfunzioni.
Le unghie sane sono rosate, forti, lievemente elastiche e brillanti.

Le carenze alimentari: integratori

Quando all’organismo vengono a mancare alcuni nutrienti essenziali, le unghie mandano alcuni segnali di allarme:

  • si spezzano;
  • si sfaldano;
  • presentano striature sulla lunghezza;
  • presentano macchie.

In tutti questi casi le unghie mostrano una mancanza di vitamine e proteine che sono invece indispensabili per la loro salute e per mantenerle elastiche e forti.
Spesso una semplice difficoltà digestiva dovuta a stress, affaticamento, età, cambio stagione, può influire negativamente sull’assimilazione dei nutrienti necessari al benessere del corpo. Uno tra i più importanti nutrienti ma anche più soggetto alla perdita giornaliera, è il collagene, una proteina costitutiva delle unghie (e della pelle e dei capelli) che in caso di carenza provoca un loro indebolimento.
È importante perciò integrarlo quotidianamente tramite un’alimentazione che contempli uova, latte, carne o preferibilmente pesce.
Inoltre può essere utile assumerlo in forma idrolizzata tramite integratori alimentari che ne favoriscano l’assimilazione.

I fattori esterni

Talvolta lo stress può avere come sfogo la (purtroppo) diffusa abitudine di “mangiarsi le unghie”. Oltre all’aspetto estetico, è un’abitudine piuttosto dannosa per le unghie alle quali vengono trasmessi i germi presenti in bocca, che possono indebolirle e talvolta provocare infezioni.
Anche una manicure fatta male, uno smalto di bassa qualità o trattamenti stressanti per le unghie possono essere molto nocivi.
Amate laccarvi le unghie? Fate bene! Ma rendete questa piacevole abitudine anche un’occasione di cura per le vostre mani, preoccupandovi di scegliere lo smalto giusto, che non contenga agenti aggressivi o irritanti come toluene, formaldeide o dibutilftalato.
Scegliete preferibilmente smalti arricchiti con proteine idrolizzate del grano e sostanze ammorbidenti come glicerina o lanolina.

Le disfunzioni causate dalle carenze di collagene

Alcune disfunzioni ormonali o l’iperattività tiroidea possono compromettere la produzione di cheratina (il collagene che compone le unghie) e quindi renderle fragili e facilmente sfaldabili.
Anche nel caso di patologie croniche o acute, oltre alle dovute terapie, può essere utile prevedere un programma specifico di reintegrazione di proteine da concordare con il proprio medico curante.

Categorie: Farmaco Naturale Tag: .

Articolo pubblicato da
in data: