SFILATE

Cerca
Close this search box.
Unghie e il cattivo odore

Unghie che “puzzano”, non è solo questione di igiene: quando è un campanello d’allarme per la salute

Capita a volte di annusarsi le unghie e accorgersi che emanano un odore sgradevole, c’è un campanello d’allarme per la nostra salute.

Questo fenomeno, sebbene spesso innocuo e legato a cause banali, può talvolta nascondere problemi più seri come infezioni fungine o altre condizioni mediche.

Esploriamo le principali cause di questo disagio e come affrontarlo.

Le unghie possono diventare vere e proprie trappole per lo sporco, soprattutto se mantenute lunghe. Materiali residui possono facilmente accumularsi sotto l’unghia, generando cattivi odori nel tempo.

Cibi pungenti come cipolle o aglio sono tra i principali responsabili, ma anche sostanze chimiche usate per pulire pavimenti o superfici possono lasciare un segno olfattivo sulle nostre mani.

Per eliminare questi odori sgradevoli è fondamentale lavarsi le mani con attenzione dopo aver manipolato sostanze dall’odore forte, usando sapone e grattando delicatamente sotto l’unghia contro il palmo della mano opposta.

Se l’odore persiste, applicare una crema idratante profumata può aiutare a mascherarlo temporaneamente.

È quindi importante prestare attenzione ai segnali del proprio corpo e consultarsi con professionisti della salute quando necessario per mantenere non solo bellezza estetica ma anche benessere fisico complessivo.

Unghie che puzzano: un segnale da non ignorare

Anche il semplice atto di tagliare le unghie può liberare odori poco piacevoli dovuti ai composti di zolfo presenti nella cheratina delle unghie stesse.

In questo caso non esistono soluzioni particolari se non quella di accelerare il processo di taglio e tenere le mani distanti dal naso subito dopo.

Unghie cattivo odore
Unghie, come funziona il cattivo odore (Sfilate.it)

L’onicomicosi è una delle cause più serie dell’odore sgradevole delle unghie ed è caratterizzata dalla presenza di funghi che alterano colore, forma e consistenza dell’unghia stessa.

Il trattamento prevede l’utilizzo di prodotti antifungini specifici su prescrizione medica o consigliati dal farmacista.

Alcune patologie sistemiche possono manifestarsi anche attraverso cambiamenti nell’odore del corpo, inclusa la zona delle unghie.

Il diabete mellito non controllato può causare un odore dolce/fruttato mentre patologie renali o epatiche possono generare odori simili alla candeggina. È importante notificare al proprio medico la presenza di tali sintomi poiché potrebbero indicare condizioni mediche serie necessitanti intervento specialistico.

Mentre nella maggior parte dei casi l’odore sgradevole delle unghie è temporaneo e legato a fattori esterni facilmente risolvibili con una buona igiene personale, in alcuni casi può essere indicativo di problemi più seri.

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Ti potrebbero interessare…

Gestione cookie