La sfilata di Salvatore Ferragamo ha un fascino sofisticato. Come in una galleria d’arte si respira l’energetica vitalità di Los Angeles, e il suo sincretismo culturale.

Quello di Salvatore Ferragamo è un uomo appassionato ed estimatore del bello, un uomo deciso e carismatico che vive la metropoli con un forte dinamismo.

Chic, sofisticato ma anche eccentrico, capace di indossare abiti intrisi dei colori di una tela di David Hockney, come un asciutto blazer in tela di cotone iperlight sagomato da profili a contrasto.
sotto? una camicia a contrasto, chic su pantalone a carota.

Un mix che vede associati tailoring e registro sportswear, soluzioni design e lusso esclusivo.

Gli accessori? Hi-tech a partire dagli occhiali fino alla bicicletta.

Per la maglieria sceglie punti finissimi e dalle trame trasparenti.

La passione per l’arte scopre un mondo popolato di pennellate vibranti dalla tavolozza degli azzurri e dei verdi,.

Cosmopolita, perfettamente in sincrono con i tempi frenetici della città, sceglie borse piatte dalle linee essenziali progettate per il business o per viaggiare con la tecnologia a portata di mano.
Ecco allora la tote reinventata nelle sue proporzioni, per un ufficio portatile, multitasca e multifunzione, il portfolio ripiegabile, il porta Ipad in pelle gommata con zip e profili bianchi a contrasto.

Categorie: Sfilate Moda Uomo Primavera/Estate 2013 Tag: , , .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: