Se durante l’estate le nostre gambe hanno risentito del caldo e si sono gonfiate, facendo sembrare le nostre caviglie come quelle di un elefante, ecco qualche segreto per snellirle.
Infatti le caviglie sono una potende arma di seduzione, a patto che siano sottili e ben tornite.

Le gambe di una donna sono, da sempre, strumento di fascino ma per la loro bellezza occorre prendersi cura soprattutto di alcuni punti critici come ginocchia e caviglie: parti del corpo più soggette ad un accumulo di cellulite o cuscinetti adiposi.

E quando l’attività fisica non riesce a darci i risultati attesi, lo step successivo è la chirurgia.
Attraverso dei piccoli interventi di chirurgia plastica si possono migliorare, snellire e rassodare queste zone che spesso, anche per costituzione ed ereditarietà, sono difficili da perfezionare.

Partiamo così con un Peeling chimico, trattamento accompagnato da una biorivitalizzazione con acido ialuronico stabilizzato che garantisce una buona riserva d’acqua all’epidermide. In questo modo si ottiene un’accelerazione del ricambio cellulare, sostenuta dalla necessaria idratazione e l’aspetto risulta levigato. Sulle rughe del ginocchio è, poi, possibile praticare il filler con il collagene.

Se il problema è più grave, si può passare alla Liposcultura. Soprattutto quando ci sono evidenti accumuli adiposi.

I tessuti cadenti invece, possono essere trattati con il lifting delle cosce. Una incisione cutanea di circa 3 millimetri, ben nascosta nella piega interna del ginocchio seguita dall’aspirazione del grasso in eccesso, che non si limita mai solo all’interno del ginocchio, ma si estende alla parte anteriore e posteriore della gamba.
E poi bevete tanto e mangiate l’ananas, questo frutto infatti, contiene la bromelina che ha un’azione diuretica, così come anche la mela.

Di Raffaella Ponzo

Categorie: Bellezza Tag: , .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: