Al centro dell’attenzione, rispetto agli scorsi anni, c’è sicuramente l’alimentazione sana ed i principi che girano intorno ad essa. Nutrirsi in maniera corretta non dovrebbe essere solo una moda, ma una questione di principi e di salute.

Fonte di polemiche le tante variazioni alternative a cibi spazzatura e carne, ritenuta da molti nociva al corpo oltre al principio animalista. Tra vegetariani e vegani, nelle mille sfumature si introducono con prepotenza anche i crudisti.

Ma cos’è nello specifico? Innanzitutto, per avvicinarsi a questo genere di alimentazione occorre documentarsi per bene ed avere una conoscenza significativa dei prodotti. Il processo di “svezzamento” come ogni genere di cambiamento generico, va effettuato in maniera graduale, ed è la frontiera massima del salutismo.

Ingerire verdure e cibi sani, significa ripulire l’organismo totalmente, aiutandolo non solo a digerire, ma anche ad asportare vecchi depositi e purificare il proprio percorso interno. Frutta, verdure, erbe, germogli ed alghe sono alla base del nutrimento crudista. Smaltiti in maniera rapida, potrebbero inizialmente provocare al corpo una sensazione di scombussolamento.

Accostarsi a tale pratica non significa solamente assumere cibi crudi, ma cotti a non più di 40-46° per eliminare batteri o virus. Conseguenze? Un rapido effetto anti-età, rilassamento di muscoli e capillari, assimilare più valori nutritivi ed evitare tossine che a lungo andare potrebbero portare a disturbi come il cancro; oltre ad un’evidente miglioramento della forma fisica, come rappresenta Anna dello Russo, ormai da anni crudista.

Nancy Malfa
Foto via Instagram Anna dello Russo

Categorie: Benessere donna Tag: , , .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: