SFILATE

Cerca
Close this search box.

Una radice per contrastare il sovrappeso di origine ormonale

Combatti il sovrappeso ormonale con la Discorea, una radice usata dagli Aztechi per problemi femminili. Natura al servizio della salute

Una radice per contrastare il sovrappeso di origine ormonale. Tutti i segreti della Discorea

La dioscorea (Dioscorea villosa), nota anche come igname selvatico o wild yam, è una pianta appartenente alla famiglia delle Dioscoreacee; la sua forgia è lianiforme, il fusto, sottile e lanoso, può raggiungere i 12 m di lunghezza.

E’ originaria del Messico, oggi diffusa in tutto il Sud America, i cui principi attivi più rilevanti sono contenuti nelle radici e nei tuberi.

Utilizzata sin dai tempi degli Atzechi per trattare molti disturbi femminili, dalla sindrome premestruale alla sintomatologia della menopausa, fu studiata negli anni ’40 e si scoprì che nella sua radice sono contenute sostanze con struttura straordinariamente simile a quella del nostro progesterone.

La più importante è la diosgenina, un’alternativa naturale alle usuali cure ormonali soprattutto in menopausa, infatti è una specie di progesterone naturale capace di contrastarne l’osteoporosi, l’ansia, le vampate di calore, il diradamento dei capelli, la ritenzione e il sovrappeso.

La diosgenina oltre a regolarizzare la funzione ormonale, stimola anche la produzione di DHEA – l’ormone della gioventù – che rallentando l’invecchiamento mantiene più attivo il metabolismo.

Va dunque assunta quando i chili in più sono dovuti a squilibri ormonali causati dalla menopausa, o in caso di sindrome premestruale – soprattutto dopo i trenta anni – con una forte ritenzione idrica.

Indispensabile anche per ridurre  il colesterolo “cattivo” (LDL), allevia i problemi dell’apparato digerente, come diverticoliti e colon irritabile e abbinata allo zenzero (una o due capsule di integratore al giorno) aiuta a contrastare i gonfiori addominali.

Va ingerita attraverso capsule da 250 mg una o due al giorno durante i pasti e con molta acqua. Non usare in gravidanza, allattamento o in contemporanea con altre cure ormonali.
Di Raffaella Ponzo
Scopri tanti altri articoli di Salute e Benessere di Sfilate.it

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Ti potrebbero interessare…

Gestione cookie