Open your mind

Le buone abitudini per potenziare la mente

La psicologa svela le 8 abitudini per far funzionare bene la nostra mente

8 abitudini per far funzionare bene la nostra mente
La nostra mente è il motore che muove tutto il nostro organismo. Il cervello, l’organo principale del nostro sistema nervoso, è responsabile di attività cognitive e affettive come il pensiero, la memoria, il linguaggio, le emozioni e i sentimenti, attività fondamentali per l’ essere umano, che possiamo potenziare prendendoci cura della nostra mente.

Due tra i più influenti ricercatori nel campo delle Neuroscienze, Dan Siegel, psichiatra dell’Università UCLA di Los Angeles e David Rock, direttore dell’Istituto di NeuroLeadership, sostengono che la mente ha bisogno di 8 elementi per funzionare al meglio. Grazie all’aiuto della dott.ssa Giovannini, capiremo quali sono le giuste abitudini per sfruttare al meglio le sue potenzialità.

1. Il sonno    
Un buon sonno ristoratore è importante per affrontare la giornata. Dormire bene influenza positivamente la nostra vita ma se questo non accade saremo irritabili, stanchi e poco reattivi per portare a termine tutte le nostre attività. Garantire al corpo e alla mente il giusto riposo è necessario per funzionare meglio e avere più benessere e vitalità.
2. Esercizio fisico  
Dicevano saggiamente gli antichi “Mens sana in corpore sano”. Muoversi permette di mantenere il giusto equilibrio tra corpo e mente. Come scrive la psicologa in “Tutta un’Altra Vita”, l’esercizio fisico induce un maggiore afflusso di ossigeno al cervello e ne migliora l’equilibrio biochimico. Questo ci aiuta a rilassare la mente e uscir fuori dal flusso incessante dei pensieri interrompendole spirali negative della mente in maniera naturale. Non occorre sfinirsi di esercizio fisico ma praticare un ora al giorno tutti i giorni. Ciò che conta, infatti, è la continuità che sia jogging, pilates, aerobica, oppure una camminata a passo veloce non importanta, conta solo muoversi per star meglio.
3. La concentrazione    
Viviamo nell’epoca del multitasking e del deficit di attenzione, ma ciò che dà i veri risultati è il focus, la concentrazione e l’impegno mantenuto nel tempo. Dobbiamo allenare proprio questa abilità, la capacità di mantenere il nostro occhio interiore fisso sull’obiettivo permette di massimizzare gli sforzi di mente e corpo. Per farlo, occorre impostare la nostra mente in un’ottica positiva e funzionale. Focalizziamoci sugli aspetti positivi e i risultati che potremo ottenere piuttosto che sugli ostacoli e i problemi.
4.  L’importanza della meditazione    
Ritagliamo 10 minuti al giorno per ricongiungerci con il nostro “io” più profondo. La meditazione ci aiuterà a portare  il corpo a uno stato di totale rilassamento, lo stesso che viene raggiunto durante il sonno, ma mantenendo la mente sveglia e focalizzata. Grazie a questa unicità la meditazione è in grado di influire sulle onde cerebrali. Più ci rilassiamo e ci abbandoniamo ad ascoltare la nostra anima più il cervello genererà onde molto lente e ritmiche: le onde Theta. Queste ultime spesso inducono immagini vivide, quasi come in sogno: uno stato potenzialmente molto produttivo. Studi recenti hanno dimostrato che lo stadio Theta porta alla rigenerazione fisica, alla regolazione della pressione, del ritmo cardiaco, e al rafforzando del sistema immunitario. Inoltre, lo stato Theta è capace di stimolare l’intuizione e la creatività.
5. Il gioco    
Occupiamo la nostra mente imparando nuove attività, studiando una nuova lingua per esempio o imparando una nuova abilità, provando così a cambiare la nostra routine, magari usando più sensi possibili.
6. Fai una pausa    
Staccare la spina e abbandonarsi al dolce far nulla per qualche minuto al giorno è un momento necessario per ricaricare le nostre energie fisiche e mentali e ripartire senza stress.
7. Relazioni sociali  
Gestire bene le relazioni personali sia con la nostra famiglia sia con gli amici è molto importante per il nostro benessere psichico è anche un modo per mantenere la memoria in allenamento nutrire la mente.
8. Una dieta sana    
Noi siamo ciò che mangiamo, anche a livello psicologico. A volte alimentando male il nostro organismo, il cervello è il primo a soffrirne, manifestando distrazione,stress, la stanchezza mentale o la tendenza ad avere costantemente pensieri negativi derivano anche dalla maniera in cui alimentiamo il nostro cervello.
Mangiare bene può fare una grande differenza nella nostra vita!

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo usare solamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando tutti i cookie ci aiuterai ad offrirti una migliore navigazione sul sito. Leggi la nostra Cookie Policy