SFILATE

Aperlaï: Alessandra Lanvin gioca con gli opposti e le illusioni ottiche

Prendendo ispirazione dai contrasti, Alessandra Lanvin, insieme a una design consultant Geraldina Bassani Antivari, nuova promessa della St-Martins.

Prendendo ispirazione dai contrasti, Alessandra Lanvin, insieme a una design consultant Geraldina Bassani Antivari, nuova promessa della St-Martins School of London, per la collezione Primavera/Estate 2011, gioca con gli opposti, le illusioni ottiche, alla ricerca della definizione di eleganza.

Fino a dove si spinge il moderno, cos’é il classico?
Ogni modello combina i due volti della donna Aperlaï: una discreta eleganza e un’estroversa sensualità.
Una donna, tre ispirazioni, tre momenti: il gatto in città, il sognatore nel vento, la party girl delle riviste. Intrigante e sensuale, secondo l’occasione, la donna Aperlaï sceglie un passo felino, un tocco romantico o un look glam.
Colori forti: rosso, turchese, blu, nero combinati con eleganti toni neutri; forme precise, squadrate e un’andatura rapida come quella di una pennellata fugace, richiamano le tele di Picasso, Mondrian, Léger. Strisce di pelle, pitone, e squame di pesce esotico, scolpiscono le curve del piede.

Dall’armadio maschile, il prezioso cotone, il blu e il bianco si combinano, creando inaspettate armonie che seguono i piedi. La sensazione é quella di indossare una camicia da uomo con un mix estremamente femminile.
Non c’é pelliccia, non ci sono piume, solo rock, punk. Gli Stooges incontrano Frank Sinatra! Materiali grezzi, poveri, si trasformano in squarci glamour che girano attorno al piede, in una rivoluzionaria eleganza.

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Ti potrebbero interessare…