Ora che siamo in piena primavera, è importante preparare gradualmente la pelle all’arrivo della stagione più calda, esponendola gradualmente al sole, ma anche curando la nostra alimentazione.

Ma tre sono i colori che devono spiccare nella nostra cucina.

Il primo è il rosso.
Fra tutti gli alimenti, suggeriamo di inserire una dosa giornaliera di verdura, oppure frutta rossa.
Questi alimenti contengono tanta acqua, importantissima per mantenere la pelle idratata anche durante l’esposizione al sole. In particolare, fragole e lamponi sono ricchi di vitamina C, una sostanza che aiuta a proteggere la pelle in profondità, contrastando gli effetti dei raggi nocivi.
Ma abbondate particolarmente di pomodori, meglio ancora se cotti. I pomodori infatti, sono ricchi di una sostanza chiamata licopene, che conferisce loro il colore rosso e che è più protettivo addirittura del betacarotene, una sostanza che ha la capacità di nutrire in profondità la pelle, che si trova nelle carote e in altre verdure di colore rosso e arancione. L’ideale è preparare una salsa di pomodoro senza carne, scegliendo i pomodori più maturi.
I pomodori cotti, contengono una dose ancora più alta di licopene e l’olio che serve per la cottura, permette di assorbire più facilmente questa preziosa sostanza.

Un altro colore dell’estate, parola chiave della nostra alimentazione, deve essere anche l’arancione.
Mettiamo nel nostro frigorifero tanta frutta e verdura di stagione di colore arancione, come le carote, le albicocche, le nespole e il melone. Ricchi di betacarotene, proteggeranno la nostra pelle dalle scottature.

Ultimo colore che non deve mancare nella nostra tavola, è il viola.
Melanzane e susine infatti, sono ricche di antocianine, sostanze che proteggono i capillari sanguigni e rallentano l’invecchiamento della pelle.

Di Raffaella Ponzo

Categorie: Bellezza Tag: .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: