Estate spesso vuol dire S.O.S. Scottature. Infatti, tante sono le precauzioni che adottiamo per difendere la nostra pelle, ma siamo sicure di non trascurare alcune zone particolari del nostro corpo? Scopriamo quali

Con l’arrivo dell’estate, parlare di tintarella diviene d’obbligo, tanti sono i trucchi, e gli stratagemmi per ottenere un’abbronzatura perfetta, ma prima di tutto ciò a cui non si deve andare incontro, sono le famose, fastidiosissime e dolorosissime scottature!

In un certo senso siamo tutti quanti piuttosto attenti alle creme protettive da mettere in borsa, alle lozioni, agli oli idratanti che aiutano a proteggere la pelle non solo dall’invecchiamento precoce legato alla prolungata esposizione solare, ma anche da patologie assolutamente devastanti come i tumori della pelle, ciò che spesso dimentichiamo di fare è utilizzarle su tutte le parti a rischio scottatura.

Quante volte capita di essere certi di essersi cosparsi di crema protettiva e poi si torna a casa con gli evidenti segni del solleone sulla pelle?

Ecco dunque un elenco di quelle parti dimenticate del nostro corpo, che spesso e volentieri ci fanno urlare di dolore dopo una giornata di sole, per il semplice fatto di non essere state cosparse di crema solare

Orecchie: sono ad alto rischio scottatura, è sufficiente un po’ di crema solare, anche sui lobi, per scongiurare urla di dolore udibili dagli Appennini alle Ande.

Il dorso dei piedi: è una delle zone più colpite e dimenticate da chi si espone al sole, cospargere, un olio protettivo, una lozione, un gel, sul collo del piede. Pro: non andrete incontro a nessun tipo di scottatura. Contro: avrete due piedi simili a due fettine panate, evitare di esporli durante l’ora di pranzo!!!

Le palpebre: le scottature alle palpebre sono tra le più dolorose in assoluto. E’ curioso, in fondo le palpebre sono sempre state molto considerate nel nell’estetica di ogni donna, raramente però spalmiamo lì la cremina miracolosa, il risultato? Chiudere gli occhi e mettersi al sole, lo scoprirete solo vivendo…

Il cuoio capelluto: ok, questa zona è il cruccio di ogni uomo calvo presente sul pianeta Terra, ma forse pochi sanno che anche chi ha molti capelli, se esposto a tante ore di sole, può incorrere in fastidiose scottature.. Qui l’applicazione di gel e creme è piuttosto proibitiva a meno che non si voglia apparire come un gelato squagliato, meglio, molto meglio un cappellino in testa.

Sotto il costume: niente? Eh no! Fate moltissima attenzione! Spesso, costumi particolarmente elaborati con tessuti e laccetti intrecciati, possono provocare scottature memorabili proprio a causa dello spostamento di questi intrecci di tessuto. Il segreto? La crema applicatela anche sotto il costume, in quelle zone che apparentemente sembrano essere coperte.

Labbra: moltissime donne famose hanno fatto del rigonfiamento delle labbra il loro tratto distintivo, beh è ora che sappiate che non l’hanno fatto esponendosi al sole per ore ed ore senza alcuna protezione. Un balsamo per le labbra che contenga SPF è la soluzione che fa per voi, ammesso e non concesso che non vogliate entrare nel circolo canottieri di zona… In quel caso via ogni protezione e godetevi la vostra bocca di fuoco!

Di Raffaella Ponzo

Categorie: Benessere donna Tag: .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: