Modernismo per C’N’C Costume National che si ispira al grafismo degli anni ‘60 per la sua donna.

Ennio Capasa persegue la sua sartorialità sperimentale nelle forme e nelle lavorazioni portando in passerella energia e sport couture. Arancio, rosso abbinato al nero, dettagli gialli e immancabile total black.

Lo sprint grintoso per la donna di Costume è il punto di partenza. Giochi di tessuti abbinati tra di loro con diverse fatture e lavorazioni: inserti e maniche di pelle sui cappotti di lana garzata. Grafismo che rivive anche nelle stampe dei miniabiti dalle linee essenziali, ma rigorosamente mini. Tra gli accessori: borse portate a mano, parigine sportly bianche, tronchetti essenziali con plateau.

Per la sera volumi morbidi: i miniabiti si allargano e perdono la forma sinuosa giocando con la silhouette.

“Ho preso il grafismo anni ’60 come spunto per ridefinire la modernità di oggi rendendo lo sportswear più sofisticato. Tutto è contaminato da tessuti e lavorazioni couture. Lo spirito cool dello streetwear incontra l’estetica essenziale che mi appartiene”.
Ennio Capasa, designer.

Categorie: Sfilate Moda Donna Autunno/Inverno 11/12 Tag: .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: