Gaia Di Fusco si racconta su Sfilate.it

Gaia Di Fusco si racconta ai microfoni di Sfilate.it . Dall'esperienza ad Amici ai sogni nel cassetto. Conosciamola insieme!

Un’infanzia serena in provincia di Caserta e una grande passione per la musica.
Gaia Di Fusco ama l’arte, in qualsiasi forma, perchè “mezzo ideale per esprimere la propria creatività”.
Passione, tenacia e un grande amore per il canto l’hanno portata a partecipare ad Amici.
Il sogno nel cassetto? Diventare una cantautrice e, siamo sicuri che ci riuscirà.

Conosciamola attraverso le sue parole.

Ciao Gaia raccontaci un po’ di te, dove sei nata e dove hai trascorso la tua infanzia?

Ciao, piacere! Sono nata a Mondragone un paese in provincia di Caserta ed ho trascorso la maggior parte della mia infanzia proprio lì.

Che periodo della tua vita è stato?

È stato un periodo sereno, vissuto in armonia con la mia famiglia sempre molto presente! Ho vissuto la mia infanzia in simbiosi con mia sorella Sara e mio fratello Nicolò, che sono tutt’oggi dei punti di riferimento molto importanti della mia vita.

Che ragazza sei caratterialmente?

Sono una ragazza molto cordiale e gioviale. Ma la determinazione credo sia la caratteristica che mi contraddistingue!

A che età ti sei appassionata al canto?

Ho iniziato a canticchiare ancor prima di formulare le prime parole. Uno dei miei primi giocattoli è stato proprio un microfono di plastica. Successivamente ho deciso, anche grazie all’appoggio dei miei genitori, di studiare canto all’età di sette anni. Da lì in poi, anche inaspettatamente, sono iniziate le prime esperienze televisive.

Come è nata questa passione?

Credo fortemente che ognuno di noi nasca con una vocazione e il canto è decisamente la mia. Mi piace dire che la mia passione è nata insieme a me!

C’è una persona che ti ha aiutato particolarmente ad arrivare dove sei oggi?

Sono stata fortunata perché ho alle spalle dei genitori che mi hanno sempre incoraggiata. Sono stati i miei primi sostenitori dandomi tutte le opportunità che hanno potuto nelle loro possibilità. Molti dei miei traguardi li devo sicuramente a loro.

Hai partecipato ad Amici, come è stata questa esperienza? Ti sei divertita?

Amici è sempre stata l’ambizione della mia vita. Quando sono riuscita ad accedere alla scuola è stata per me una forte emozione, ero incredula! È stato un percorso costruttivo e formativo sotto tanti aspetti.

Che sensazioni hai avuto prima di esibirti, eri emozionata?

Ho avuto la mia prima esperienze televisiva all’età di 12 anni con “Io canto” ed ero una bambina. A 18 anni ho solcato il palco di “All Together now” con una consapevolezza sicuramente differente. Poi “Amici” e credevo di riuscire a gestire bene la situazione. Ma a questo tipo di emozione non ci si abitua mai, quindi si, molto!

C’è qualcosa in particolare che ti ispira quando scrivi?

Sto sperimentando la scrittura da poco tempo. È un mondo nuovo per me e ci sto entrando in punta di piedi. Sto cerando di formarmi al meglio. Sperimentando ho trovato la mia inspirazione nelle piccolezze delle cose. Quando scrivo provo a raccontarmi esprimendomi con estrema trasparenza. Spero di migliorare sempre di più per essere la cantautrice che spero di diventare un giorno.

Dopo Amici hai avuto anche molto seguito sui social, te lo saresti mai aspettata?

Onestamente no! Ho ritrovato una volta uscita dalla scuola di Amici, molte persone pronte a sostenermi. Sono felice che le persone abbiano visto in me un rifermento e tal volta si siano riconosciute in qualche mia caratteristica e attraverso il mio modo di vivere la musica. Sono molto grata per tutto questo calore che ricevo quotidianamente!

Ti piace il mondo della moda?

Si, mi piace ogni forma d’arte. E credo che la moda manifesti un mezzo per esprimersi attraverso la creatività!

Brand preferiti?

Non ne ho uno in particolare. Di solito se una cosa mi piace l’indosso indipendentemente dal brand, quindi potrei dire tutti alla fine!

Quali sono i tuoi obbiettivi futuri?.

Ho iniziato a lavorare in BFM Music da poco. Spero di riuscire a realizzare tutti i miei sogni nel cassetto!! Uno di questi sarebbe poter chiudere un album tutto mio. E un’altro palco che desidero calcare, per quanto inarrivabile, sarebbe quello di San Remo.

Come ti vedi tra 10 anni?

Affronto la mia vita cercando di vivere giorno per giorno al meglio. pensare al futuro costantemente non mi permetterebbe di vivere nel migliore dei modi il presente. Esattamente, quindi non saprei. Ovviamente cerco di darmi degli obbiettivi e m’impegno affinché possa raggiungerli. Una delle certezza che ho è che sarà presente nel mio futuro la musica. Mi auguro di poter percorre i miei cammini insieme a lei.

Di Alessandro Tambasco.

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Ti potrebbero interessare…

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo usare solamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando tutti i cookie ci aiuterai ad offrirti una migliore navigazione sul sito. Leggi la nostra Cookie Policy