La primavera è ormai alle porte ed il pensiero già corre alla silhouette, purtroppo non sempre al top.
Le zone più difficili da tonificare e modellare sono senza dubbio le braccia: basta infatti mettere su qualche chilo per vederle lievitare o peggio ancora sperimentare l’antiestetico effetto “tendina” dovuto alla perdita di tonicità della pelle.

Per avere delle braccia da urlo è importante agire su due livelli, ovvero, dimagrimento e tonificazione. Perchè la strategia risulti vincente occorre adottare un approccio sinergico, che includa una dieta ad hoc e un programma fitness per il rassodamento dei muscoli.

La dieta più adatta a snellire le braccia si basa su un apporto proteico importante ma con pochi grassi, meglio carni bianche, pesce e legumi, tanta verdura e frutta. Importantissima è anche l’idratazione, di conseguenza occorre bere circa due litri di acqua a giorno.
Nel regime alimentare quotidiano sarebbe meglio evitare zuccheri, grassi e carboidrati raffinati.
L’attività fisica invece dovrebbe includere sia un lavoro aerobico per bruciare le calorie e attivare il metabolismo, sia la tonificazione localizzata per mezzo dell’utilizzo di pesi.

Sono molteplici le discipline fra cui scegliere: si può optare per il nordic walking, che grazie al lavoro aerobico prolungato e a basso impatto consente a spalle e braccia di tonificarsi senza ingrossarsi. È consigliabile praticarlo tre volte la settimana con una durata media di 40 minuti a camminata.
Anche i pesi possono essere una buona soluzione per ottenere braccia affusolate e sode. Gli esercizi più efficaci devono prevedere il sollevamento di pesi non superiori ai 2 chili per braccio e 20 ripetizioni in serie da 3.

Infine è fondamentale ricordarsi lo stretching alla fine di ogni allenamento, non solo per evitare dolorose contratture ma anche per permettere al muscolo di allungarsi, conferendo così alle braccia una forma femminile e morbida.

Categorie: Benessere donna Tag: , .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: