Il nome Halloween viene da All Hallows Eve, in inglese appunto Vigilia di Ognissanti. Questa celebrazione che anche nel nostro paese ha radici molto lontane, torna nuovamente alla ribalta grazie alla moda americana del “dolcetto o scherzetto” ed anche all’usanza di mascherarsi da mostri o zombie e partecipare a feste “mostruose”.

La festa è di origine celtica: per questi popoli antichi che abitavano il centro Europa e il nord Italia, questi sono i giorni di Samonios, la fine dell’anno e l’inizio di un nuovo ciclo.
Le tradizioni culinarie legate alla festa di Ognissanti e al giorno dei Morti come le ossa da mordere che sono dei biscotti particolari o il pan dei morti, sono un modo per focalizzarsi sulla caducità di questo periodo stagionale. Un modo per celebrare gli antenati più antichi, ma soprattutto coloro che ancora vivono nel nostro ricordo.

Zucca di Halloween fai da te

Scegliamo il tipo di zucca per Halloween

La zucca di Halloween può essere fresca o di cartapesta. Le zucche fresche, quelle arancioni, devono essere scavate all’interno e poi incise per “disegnare” occhi e bocca da cui uscirà la luce della candela. Quelle di cartapesta, invece, sono le meno naturali ma di certo le più adatte ai bambini che potranno decorarle con più facilità e fantasia.

Come tagliare una zucca fresca?

Procuratevi una zucca della dimensione che preferite, l’importante è che sia di forma regolare e che possa stare dritta su un piano. Vi serviranno dei guanti di lattice, un coltello ben affilato, un cucchiaio, un canovaccio e un pennarello indelebile. La prima cosa da fare è tagliare via la calotta della zucca: cercate di praticare un taglio dritto e regolare, visto che a operazione conclusa dovrà richiudere nuovamente la zucca, e portate via anche tutta la parte legata al picciolo.

A questo punto, infilate le mani nella zucca e raschiate le pareti e il fondo con il coltello e poi con il cucchiaio per eliminare tutti i residui di polpa. Asciugate quindi, con il canovaccio, l’interno della zucca che sicuramente rilascerà del liquido.

Con il pennarello disegnate il “volto” che volete dare alla vostra zucca di Halloween: occhi, naso e bocca più o meno mostruosi. Di solito, occhi e naso sono rappresentati da due triangoli, mentre la bocca può essere sorridente, con o senza denti, ma anche spaventosa e maligna con tratti più spigolosi. Ritagliate quindi con un coltellino ben affilato le sagome che avete disegnato.

Asciugate la zucca anche all’esterno, lasciatela riposare per una notte affinché si asciughi bene soprattutto all’interno. Quando sarà il momento, posizionate una candela sul fondo della zucca di Halloween, accendetela e ricoprite con la sua calotta. L’effetto al buio sarà mostruosamente divertente!

Dolcetti di Halloween

Devono fare paura, anzi, terrore! Ma devono anche essere deliziosi, e ricordare in ogni particolare i temi più classici di questa festa adorata dai bambini e amata sempre di più anche dai grandi: fantasmi, teschi, streghe, pipistrelli neri come la notte più buia, le mele “avvelenate” della strega più cattiva. I dolcetti di Halloween sono i protagonisti della festa: non solo per il classico “dolcetto o scherzetto”, e questi che vi proponiamo sono assolutamente adatti per questo gioco divertente. Ma anche per un party “da grandi” che stupisca e delizi il palato.

Fantasmini con i Marshmellow

Ingredienti

  • 3 fogli di colla di pesce
  • 3 uova
  • 180 gr di zucchero
  • 50 ml di acqua
  • un pizzico di sale
  • 70 gr di cioccolato fondente

Procedimento

Ammollate i fogli di colla di pesce nell’acqua fredda e lasciateveli fino a quando non si saranno ammorbiditi. Scaldate l’acqua e aggiungete lo zucchero: lasciate l’acqua sul fuoco per qualche minuto in modo che si crei quasi uno sciroppo. Montate gli albumi a neve. Aggiungete quindi alle uova montate a neve la colla di pesce ben strizzata e lo sciroppo di acqua e zucchero. Mescolate e dall’alto verso il basso per evitare che gli albumi si smontino. Mettete quindi il composto in una sacca con bocchetta larga e liscia: su un foglio di carta da forno fate quindi delle piccole piramidi ruotando la bocca della sacca in senso circolare. Sciogliete il cioccolato a bagnomaria e con degli stecchini fate due occhi e un puntino per la bocca dei fantasmi. Lasciate in frigo per circa tre ore prima di servirli.

Cupcake a forma di teschio

Ingredienti

  • 2 dischi di pan di spagna
  • 250 gr di confettura di albicocca
  • gocce di cioccolato nero
  • 150 gr di cioccolato bianco
  • 50 gr di cioccolato fondente
  • stecchi bianchi

Preparazione

Sbriciolate in una ciotola il pan di spagna e impastatelo con la marmellata di albicocche: unite le gocce di cioccolato.
Create quindi con le mani delle polpettine rotonde, ma leggermente allungate verso il basso: in un pentolino sciogliete il cioccolato bianco. Infilzate le palline di pasta con gli stecchini e immergete le palline nel cioccolato bianco e lasciate che il cioccolato bianco si asciughi. Sciogliete quindi il cioccolato fondente e con uno stuzzicadenti fate quindi i due pallini degli occhi, uno per il naso e le striscette per i denti.

Mele caramellate della strega

Ingredienti

  • 5 mele verdi
  • 500 gr di zucchero bianco
  • 100 ml di acqua
  • colorante alimentare rosso
  • cannella in polvere
  • 1 bustina di vanillina
  • 50 gr di miele
  • 5 bastoncini di liquirizia

Preparazione

Levate il picciolo e infilzate le mele con il bastoncino di liquirizia: per facilitare questa operazione, create prima un piccolo foro con uno spiedo e poi introducete il bastoncino. In un pentolino mettete l’acqua, lo zucchero e il miele: aromatizzate con cannella e vanillina. Lasciate il caramello sul fuoco e continuate a mescolare: quando sarà liquido aggiungete le gocce di colorante rosso. Continuate a lasciare il caramello sul fuoco fino a quando avrà raggiunto la temperatura di 150°: togliete il caramello dal fuoco e immergete le mele una ad una. Appoggiate le mele caramellate su una griglia da forno in modo che coli il caramello in eccesso.

Di Raffaella Ponzo

Categorie: Curiosità Tag: .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: