C’è la magica atmosfera di un giardino incantato popolato di fate vestite di tessuti impalpabili, di colori soft, di grazia e leggerezza nella collezione di Luisa Beccarla. Preziosamente poetica.

Fluidità e struttura. Linee sciolte e quasi incorporee si alternano a costruzioni più sostenute e enfatizzate. Le silhouette non sono mai statiche.  L’effetto tridimensionale, che è l’anima della collezione, è sempre presente nell’uso dei tessuti, nella texture degli stessi, nelle forme e nei volumi.

I tessuti. Fluidità e struttura segnano anche la scansione materica. Si muovono leggere le mussole di cotone e di seta, lo chiffon, le organze flock prints tagliate al vivo, il gazar, i pizzi grezzi e le georgette ricamati a rilievo di fiori stampati o ricamati a piccoli bouquet. Il tulle usato per ruches e volants a cascata. Il Mikado, più corposo e sostenuto. E la rafia lucida e brillante lavorata a punti evidenti per abiti e accessori da abbinare a mussole leggere. 

Le forme.  L’effetto tridimensionale è dato dall’uso di ruches e volants presenti in quasi tutti i modelli, a sottolineare orli e scollature a dare ampiezza alle gonne, a creare volume e spirali in tulle effetto origami su abiti corti o lunghi a strascico, così fitti e gonfi da sembrare piumini. Nei petali tagliati al lazer a ricoprire interamente l’abito corto. Nei volants importanti a corolla a sottolineare lo scollo asimmetrico dell’abito in mikado di linea più costruita, leggermente scostata dal corpo.
Leggerezza palpabile e effetto tridimensionale anche negli abiti di chiffon usato in due tonalità di colore che scivolano fluidi sul corpo, nei tagli sartoriali, nelle scollature profonde velate da pizzi leggerissimi.

 I colori.  Leggera e delicata anche la palette dei colori: dall’avorio al rosa in diverse tonalità, dall’azzurro chiarissimo al pervinca più intenso, sino al grigio pallido, dalle insolite sfumature ottenute sovrapponendo più strati di tulle o chiffon.

Categorie: Sfilate Tag: , , .

Ultimo aggiornamento: il 25.09.2008