Lo scorso primo maggio è stato lanciato a livello planetario ‘Resurrection‘, l’ultimo album della popstar statunitense Anastacia.
Il sesto album della carriera di Anastacia giunge in un momento particolare. L’artista di Chicago, classe 1968, è infatti tornata nuovamente sulle scene dopo aver superato la gravissima malattia.
La popstar aveva infatti visto un aggravarsi del cancro al seno contro cui lottava dal 2003.

In un primo momento, i medici avevano pensato che il tumore fosse stato sconfitto. Purtroppo però, il cancro ha conosciuto una recrudescenza nel corso dei mesi passati, con Anastacia che è stata costretta a sottoporsi nuovamente a massacranti sessioni di radioterapia e ad una mastectomia.
La scorsa estate, la popstar ha annunciato di aver sconfitto il cancro con un messaggio pubblicato sul suo profilo Twitter.

Anastacia

Ora, sei anni dopo il suo ultimo lavoro, Anastacia torna sulle scene prepotentemente, regalando ai suoi fan un vero e proprio inno alla vita.
L’album, registrato a Los Angeles, si compone di dieci tracce (Standard Version), che aumentano a quattordici per gli acquirenti della Deluxe Version.
La cantante dell’Illinois, parlando ai giornalisti, ha dichiarato che la musica ha avuto un ruolo determinante nell’aiutarla a non cadere nella depressione e a trovare nuove forze per lottare contro la terribile malattia che la ha afflitta.

Il singolo di lancio del nuovo album, “Stupid little things”, è un pezzo incentrato sulla reale importanza che bisogna dare ai problemi, evitando di dare troppo peso alle questioni modeste e focalizzando l’attenzione sui sentimenti e sulle persone amate per sentirsi realmente felici.

Categorie: Curiosità Tag: , .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: