Gisele Bundchen non sfilerà più in passerella.
La splendida modella brasiliana, trentaquattrenne compagna di una delle star assolute dello sport americano Tom Brady (quarterback dei New England Patriots), ha dunque detto basta.

Ben venti anni di carriera già alle spalle della Bundchen, divenuta icona sociale oltre che di stile per le tante battaglie sostenute a favore dell’Amazzonia.
Avrebbe potuto continuare ancora, ma la regina delle passerelle ha deciso di dedicare da oggi in poi le sue energie principalmente alla pubblicità e alle cause sociali.

Gisele Bunchen resterà dunque testimonial della casa di moda che ne detiene i diritti in esclusiva ormai da un decennio, la Colcci; ma ha detto definitivamente addio a quella che lei stessa ha definito l’ansia da passerella, che continuava ad attanagliarla nonostante l’importante esperienza sul campo.

Numeri straordinari che si traducono anche nei guadagni che la Bundchen ha potuto vantare nel corso della sua carriera, tanto da arrivare ad essere la top model più pagata al mondo, con 35 milioni di euro incassati solamente nel 2014, distaccando nettamente la seconda in graduatoria, Doutzen Kroes.

Pur sfilando in esclusiva per Colcci, Gisele Bundchen ha lavorato come testimonial pubblicitaria per tutte le più importanti maison del mondo, da Gucci a Dolce&Gabbana, da Ralph Lauren a Valentino. Prima della relazione con Tom Brady (dalla quale sono nati due figli, Benjamin e Vivian), la Bundchen è stata per anni alla ribalta delle cronache rosa per la sua relazione con l’attore Leonardo Di Caprio.
Ora si apre dunque un nuovo capitolo nella carriera della top model più pagata del mondo.

Foto via Facebook Gisele Bundchen – foto Vogue China editorial by Mario Testino

 

Categorie: Trade News Tag: , , , .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: