La richiesta di Gore-Tex® di revocare un brevetto OutDry® respinta definitivamente dall`Ufficio Brevetti Europeo.

L`EPO (European Patent Office) ha rigettato definitivamente il 15 Luglio 2008

l`opposizione presentata dalla W.L. Gore & Ass. Gmbh (titolare del marchio Gore-Tex®) che chiedeva la revoca integrale del brevetto europeo EP1139805 , di proprietà` di Nextec srl, l`azienda italiana che ha sviluppato la tecnologia per calzature e guanti impermeabili e traspiranti OutDry®.

La Commissione di Opposizione dell’EPO, riunitasi presso la sede dell`EPO di Monaco di Baviera ha confermato definitivamente il 15 Luglio 2008 la decisione di mantenere il brevetto in questione (Processo per impermeabilizzare la pelle e pelle ottenuta con tale processo), emendandolo secondo le richieste della titolare Nextec.

Il brevetto riguarda il procedimento di laminazione di membrane impermeabili e traspiranti su pelle ed è alla base della tecnologia OutDry che prevede appunto l’applicazione diretta della membrana all’interno di abbigliamento in pelle, calzature, guanti, ecc. superando così il tradizionale sistema di fodera impermeabile.

La decisione mette fine alla discussione a colpi di lettere e consulenze avviata nel 2004 dalla W.L. Gore che riteneva che la tecnologia fosse di fatto anticipata da documenti precedenti e pertanto non brevettabile. La commissione di opposizione ha respinto questa tesi e si è limitata a meglio definire l’oggetto delle rivendicazioni contenute nel brevetto secondo le richieste della Nextec srl. In particolare, è stata meglio specificata la natura elastica (e quindi in grado di adattarsi alla conformazione della pelle naturale) della membrana utilizzata nella tecnologia OutDry.

Il brevetto in questione riveste una particolare importanza per la strategia di tutela brevettale della tecnologia OutDry in quanto si estende ad un campo di applicazioni (e quindi di protezione) molto copre infatti sia il procedimento di laminazione sia i prodotti realizzati con esso. La tecnologia OutDry è coperta da brevetti depositati in Europa, Stati Uniti, Cina, Giappone e in paesi strategicamente rilevanti sia per aree di produzione che mercati di consumo.

Cos’è la tecnologia OutDry

Sviluppata e brevettata dall’ azienda italiana Nextec srl, la tecnologia OutDry è una reale innovazione nel processo costruttivo delle calzature tecniche e dei guanti per uso outdoor, sicurezza e professionale.

Grazie al processo brevettato di laminazione diretta della membrana impermeabile e traspirante sulla tomaia o sullo ‘shell’ del guanto, ogni potenziale punto di ingresso dell’acqua viene perfettamente sigillato.

OutDry migliora notevolmente le prestazioni e il comfort rispetto alle membrane tradizionali utilizzate in abbinamento alla fodera (sistema ‘bootie’). Questo tipo di costruzione lascia uno spazio fra tomaia e barriera impermeabile dove l’acqua può penetrare e, anche se non raggiunge il piede, ristagnare, limitando così notevolmente il comfort.

Con OutDry invece, la barriera protettiva (membrana impermeabile) è solidamente unita alla tomaia, evitando così qualsiasi rischio di penetrazione attraverso di essa e lasciando intorno al piede uno strato di aria asciutta che facilità la traspirazione ed evita la condensa.

Categorie: Trade News.

Articolo pubblicato da in data: 06.10.2008
Ultimo aggiornamento: 6 ottobre 2008