Il profumo di Mademoiselle Chanel

Marion Cotillard balla sulla luna con Chanel N°5

Chanel N°5 si prepara a festeggiare 100 anni, e sceglie la magia della musica, della danza e della seduzione per farci sognare con gli occhi all’insù.

Marylin Monroe ne era ossessionata, Catherine Deneuve lo adorava, Carole Bouquet ne è stata ambassador come pure Vanessa Paradis, Gisele Bundchen, Nicole Kidman e tante altre ancora.

Il profumo di Mademoiselle Chanel ha conquistato le dive più famose del cinema e della televisione, che lo hanno interpretato e raccontato con personalità.

Una leggenda iniziata quando Marylin Monroe sussurrò al mondo intero di andare a letto solo con due gocce di quello che, da lì a poco, sarebbe diventato il profumo più celebre al mondo.

L’unicità di Chanel N°5 nasce da una intuizione di Coco Chanel che,  nel lontano 1921, volle un profumo con alla base un bouquet misto in contrasto con le fragranze monocorde del periodo in cui fu creato.

Note intense di gelsomino, limone, fiori d’arancio, muschio e rosa hanno consacrato alla storia quello che sarebbe diventato il profumo di domani.

Oggi  Chanel N°5 si prepara a festeggiare 100 anni, e sceglie la magia della musica, della danza e della seduzione per farci sognare con gli occhi all’insù nella nuova campagna adv.

N°5. Be a part of what's to come.

Lo fa con un film, un cortometraggio che ci prende per mano su un ponte della Senna e ci porta sulla luna, in punta di piedi.

Una coreografia energica, festosa, per celebrare la joie de vivre di una donna che conduce le danze in concerto al suo partner.

Una storia di libertà e di trasformazione, una celebrazione dell’amore moderno dove l’uomo e la donna si accompagnano e sostengono a vicenda, in un elegante e seducente pas-de-deux.

N°5. Be a part of what's to come.

Empatia, coinvolgimento, un crescendo di emozioni scaldano il cuore nel vedere danzare Marion Cotillard e l’étoile Jérémie Bélingard vicino ai crateri lunari  accompagnati dal ritmo di Team di Lorde.

N°5. Be a part of what's to come.

Una divina Cotillard ricorda le dive di quegli anni e seduce con uno sguardo profondo esaltato da nuance in chiaroscuro all’intensità di un rossetto vellutato, che perfettamente si sposano con un abito che strizza l’occhio alla moda di quel periodo.

Si tratta infatti di una creazione strepitosa di Coco Chanel reinterpretato da Virginie Viard.
Un gioiello interamente in pizzo ricamato ad ago dalla Maison Lesage, nel quale l’oro richiama l’eterna luminosità della fragranza e dove 10.000 paillettes regalano infiniti bagliori di luce.

N°5. Be a part of what's to come.

Un lavoro certosino perfetto per accompagnare il mito di un profumo che da un secolo è fedele alleato di una donna in movimento.

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo usare solamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando tutti i cookie ci aiuterai ad offrirti una migliore navigazione sul sito. Leggi la nostra Cookie Policy