Questa collezione è così “silhouettata” da far pensare a un instant fashion sketch che, in molti modi, sottolinea il concetto di silhouette.

Silhouette è un termine nato nel ‘700, dal nome di un uomo politico, Etienne de Silhouette (Ministro delle Finanze!), per definire un “disegno strategico”. Un’insolita metafora… stilistica!

Ideali strumenti-base del silhouetting inverno 2007 sono le materie: maglia, pelle, jacquard, tricot con punti-intreccio. E tessuti veri e propri: organzino di seta, jersey di lana, twill sablé unito e stampato, chiffon lurex e telone di raso di seta, crêpe di lana. La maglia è usata come tessuto, come tavolozza d’artista, quando è dipinta a mano con sfumature di tye-and-dye, o con stampati-painting di volute sfumate a mosaico. Silhouetting nasce dall’alternarsi delle materie compatte o sottili, fitte, o rebrodé, come i pizzi di maglia con i ricami di pietre. Silhouetting è soprattutto l’istinto di contrapporre, esasperare i contenuti, plasmare il corpo con sciarpe-bondage, con cinture fatte di segmenti a listelli con l’anima di un bustier. E creare esplosivi contorni con dettagli di pelliccia, soprattutto guanti e colli, o addolcirli con femminilissime cloches. Silhouetting sono alcuni rassicuranti punti di riferimento, come il cardigan-icona con cintura e pantaloni, le pellicce di maglia e il gioco di proporzioni, con lunghezze prevalentemente sotto il ginocchio (ma ci sono anche silhouettatissime minigonne!); i gaucho pants.

Silhouetting sono i blocchi Modern Art, i patches-collage, quasi un ironico patchwork 3-D e i tableaux Pop, ricamati, con applicazioni e soutaches.

Silhouetting anche i gioielli, come “sculture meccaniche” di plexiglas, cristallo opalescente e metallo.

 

Categorie: Abbigliamento Donna Tag: .

Articolo pubblicato da in data: 29.05.2007
Ultimo aggiornamento: 29 maggio 2007