Il 30 e 31 gennaio prossimi al polo fieristico Lariofiere di Erba (CO) è in programma una due giorni di formazione riservata agli operatori del settore turismo.
Workshop, contatti B2B e appuntamenti per affrontare le diverse tematiche.

Il programma completo degli eventi, le “cose da sapere” per registrarsi, sono disponibili nel sito www.tttourism.com .

Il turismo green in Lombardia… un business da capogiro: indotto da 2miliardi di euro Sempre più turisti alla ricerca di strutture ricettive eco sostenibili.
Nelle province Lombarde, detengono il primato Varese, Como e Lecco.

La nuova moda per le vacanze è green… In Italia sta prendendo sempre più piede la green generation: un soggiorno in strutture eco sostenibili; b&b, hotel, camere, resort aprono i propri orizzonti e si riscoprono attenti alla natura, infatti, a fianco degli ambienti più tradizionali, vengono  proposte innovative soluzioni per ridurre a zero l’impatto ambientale.

Como, Lecco e Varese tra le top one delle città con il maggior indotto turistico eco sostenibile. Le tre lombarde sono quelle con il maggior numero di visitatori: 41,8% sul Lario, 40,9% nella città di Manzoni e 57,8% a Varese. Un fenomeno nuovo che interessa da vicino i capoluoghi lombardi, soprattutto quelli lacuali.

Un fenomeno partito in sordina in questi mesi, ma che troverà il proprio boom economico a partire dalla prossima primavera. Ne sono certi a Lariofiere che, in occasione della 1^ edizione dell’evento TTT – Tourism Think Tank, uno dei workshop punta proprio su questo aspetto con una serie di workshop mirati che andranno ad abbracciare l’intera politica ambientale sotto i diversi aspetti.

La eco green economy legata al turismo è stata anche oggetto di studio da parte della Camera di Commercio di Milano che, in collaborazione con Promos – Camera di Commercio, ha realizzato uno studio attraverso Isnart.

Nella ricerca si legge che il 40,6% dei turisti arriva dalla Lombardia, mentre uno su nove dall’Emilia Romagna e solo uno su dodici dal Lazio. Varese, Como e Lecco ospitano il maggior numero di visitatori con il 57,8%, 41,8% e il 40,9% del flusso totale.
Oltre un turista italiano su quattro (27,6%) sceglie la Lombardia come meta “green” perché può praticare sport: dalle semplici passeggiate da svolgersi tutto l’anno (35,2%), allo sci per la stagione invernale (26,1%), dal ciclismo (14,8%) al trekking (12,2%). Il 3,9% unisce la passione per il turismo ecologico agli interessi eno gastronomici, trascorrendo la vacanza ad assaporare i prodotti tipici delle località lombarde mentre il 35,4% viene in Lombardia per godere delle sue bellezze naturali e artistiche, visitando borghi e città d’arte, musei e pinacoteche. In una scala da 1 a 10 l’offerta turistica lombarda viene giudicata con circa un 7 e mezzo.

Un altro aspetto curioso è il profilo del green traveler che ha un’età compresa tra i 35 ed i 54 anni (81,4%) ed è laureato (27,6%), risiede nelle grandi città, con una percentuale più alta nel Nord Italia. Il viaggiatore che ama strutture eco sostenibili ha un titolo medio-alto e si informa su Internet, è imprenditori, ma anche professionista e dipendente pubblico. Ha una discreta possibilità di spesa (76,6%) e, quasi due su sei viaggia in coppia, mentre uno su sei con gli amici. La vacanza dura in media dalle 7 alle 8 notti.

Scorrendo i dati emerge anche che il 48,6 degli avventurosi compie questa scelta sul tipo di vacanza in modo convinto, mentre il 40,7% lo fa per bisogno.

Quando poi c’è di mezzo il portafoglio ecco un altro aspetto interessante, il turista verde spende giornalmente in media 48 euro per l’alloggio, 28 euro per i pasti e 24 per l’acquisto di prodotti tipici da portare in tavola. I trasporti pubblici costano mediamente 5 euro mentre gli ingressi a musei  e spettacoli teatrali circa nove euro. A questi si aggiungono 63 euro per il viaggio.

Un giro d’affari che, tra turisti italiani e stranieri, viene stimato in circa due miliardi di euro all’anno e che, in termini occupazionali, si traduce in 310mila nuovi posti di lavoro in Lombardia. Tra le province lombarde, dopo Milano, la provincia dove il settore “green” cresce maggiormente in due anni è Monza e Brianza (+1%) assieme a Como (+1%). Per quanto riguarda invece l’export, da segnalare gli exploit di Lodi (+39,6%), di Pavia (+24,8%) e di Monza e Brianza (+10%).

Tra i vari think tank presentati nella due giorni del TTT:
Il Design della Luce negli spazi dell’accoglienza: Il giusto equilibrio tra Estetica, Funzionalità e Prestazioni energetiche
Breve analisi di alcune realizzazioni in ambito alberghiero e scelta della corretta illuminazione in base alla funzione di ogni singola area.
Relatore: Massimo Chiesa – Responsabile Contract –  Gruppo Artemide
La comunione tra uomo e ambiente. Il Fengshui  (风水) per il turismo
Certi luoghi hanno il pregio di farci sentire totalmente a nostro agio, mentre altri non riescono ad accoglierci nel modo giusto. Le ragioni possono essere molte e alcune di queste sono da ricondurre al fengshui (letteralmente: vento e acqua), l’antica scienza cosmologica cinese che coniuga filosofia ed architettura, sapienza e pragmatismo nel costruire e nell’arredare.

Categorie: Agenda.

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: