Mercoledì 27 marzo, compie 50 anni di età uno di più grandi ed apprezzati regista cinematografici. Stiamo parlando di Quentin Tarantino.

Originario di Knoxville nello Stato del Texas, Tarantino ha sempre brillato ed ammaliato i propri fan, per la grande capacità di sapere fondare diversi generi con opere che hanno di fatto segnato la storia del cinema.

Appassionato dei cosiddetti B-Movies ed in particolar modo dei film italiani realizzati negli anni settanta, Tarantino sfrutta un studio ed una conoscenza quasi maniacale di tutto ciò che è cinema, per poi proporre al pubblico un prodotto molto elaborato e di elevata qualità.

La sua comparsa nel panorama internazionale ha inizio negli anni 80 per lo più scrivendo alcune sceneggiature poi vendute ad illustri committenti come il regista Oliver Stone.

Il primo grande successo che lo fa conoscere per le sue indiscusse qualità è senza dubbio il film thriller Le Iene, del quale ne scrivere il soggetto, la sceneggiatura e ne cura la regia. La seconda grande pellicola targata Tarantino riscuote un riscontro di pubblico e critica ancora superiore rispetto alla precedente. Ovviamente stiamo parlando di Pulp Fiction, del quale ne cura ancora una volta sceneggiatura, soggetto e regia.

Il film consentirà a Tarantino di ottenere grandi riconoscimenti come l’ambita Palma D’oro al Festival del Cinema di Cannes del 1994 e l’Oscar per la miglior sceneggiatura originale. Statuetta che condivide insieme a Roger Avray, con il quale ha collaborato nella stesura. Negli anni successivi debutta anche come attore nei film Mister Destiny e Desperado, diretti dal grande amico Robert Rodriguez.

Dopo un periodo di pausa da regista, ritorna in grande stile con il capolavoro Kill Bill che per problemi inerenti al budget e all’eccessiva durata delle riprese, pensa bene di dividire in due capitoli: Kill Bill vol. 1 e Kill Bill vol. 2.

Nel 2009 dirige Bastardi senza gloria, film di genere drammatico, mentre è tutt’oggi protagonista al cinema con il western Django Unchained che si è aggiudicato ben due premio Oscar, nello specifico per la miglior sceneggiatura originale e per il miglior attore non protagonista (Christoph Waltz).

Categorie: Costume e società Tag: .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: