Tra tutti i premi e i riconoscimenti che si possono ottenere al Festival di Cannes, la Palma d’Oro sicuramente rimane uno dei più ambiti. Nella 66° edizione ad aggiudicarsela è stato il delicato film “La vie d’Adele” con la regia di Abdellatif Kechiche.

Ha trionfato l’amore, con tutti i suoi retroscena, le sue difficoltà, ma anche la sua intensità.

Un film forte e delicato, una storia d’amore che lotta contro i pregiudizi ma anche la difficoltà di amarsi ogni giorno.

Due ragazze che partendo dalla poetica dei sensi, la carne che non conosce un futuro e la vita reale senza sublimazioni: la concretezza che diventa sentimento.

Questi sono gli ingredienti che hanno portato alla vittoria “La vie d’Adele”. Durante la premiazione, al 66° Festival di Cannes, vi sono stati altri capolavori premiati ed è doveroso ricordarli.

In ordine alfabetico:
– Premio Camera d’Or: “Ilo ilo” con la regia di A. Chen.
– Premio Gran Prix: “Inside Llewyn Davis” con la regia dei fratelli Coen.
– Premio Miglior Attore: Bruce Dern per l’interpretazione di “Nebraska” con la regia di A.Payne.
– Premio Miglior Attrice: Beatrice Bejo per l’interpretazione di “Il passato” con la regia di Farhadi.
– Premio Miglior Cortometraggio: “Safe” con la regia di Byong-Gon
– Premio della Giuria: “Tale padre tale figlio” con la regia di Kore-Eda Hirokazu
– Premio della Regia: “Heli” con la regia di A.Escalante
– Premio Miglior Sceneggiatura: “A touch of sin” dell’autore/regista Jia Zhangke

Categorie: Curiosità Tag: , .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: