La parola Trash  in inglese significa “spazzatura”. Il termine è entrato nell’uso comune della lingua italiana con il riferirsi ad espressioni artistiche o di intrattenimento ritenute di basso profilo culturale. Ciò dimostra quanto, a volte, un termine possa indicare effettivamente una essenza ma allo stesso tempo sminuirla. Strano meccanismo una lingua. Mediocre la mente umana. Già, perché é proprio in questi giorni che a Skopje, in Macedonia, é andato in scena il Trash fashion show, una sfilata di abiti- spazzatura.

Skopje, in Macedonia, é andato in scena il Trash fashion showEsattamente, nel senso più vero del termine, perchè proprio con la spazzatura sono stati realizzati i vestiti che le modelle indossavano sulla passerella.

Nulla a che fare, però, con il significato dispregiativo che, erroneamente, affibbiamo alla parola Trash. Gli abiti sfilati a Skopje, infatti nulla avevano a che vedere con la negatività: vere e proprie opere di arte moderna, create con la maestria e l’ingegno di stilisti in erba ma con talento da vendere.

Le creazioni, infatti, appartenevano a studenti di 47 scuole superiori che hanno voluto sensibilizzare con l’occasione il pubblico facendo capire quanto i rifiuti possano assumere anche una rilevanza artistica. Proteggere il pianeta, educare al riuso, dare nuova vita a ciò che é vecchio: questo il loro primo obiettivo.

Lattine, cannucce, carta di giornale, plastica e rifiuti e materiali di vario tipo diventano elementi Skopje, in Macedonia, é andato in scena il Trash fashion showessenziali tesi a dar forma ad abiti enormi, gonne ampie e top all’avanguardia. E poi borse, pochette, collane e bracciali tutti rigorosamente riciclati.

Spazzatura vera e propria che non inquina, non disturba ma stupisce, ammalia, porta lontano con la mente e la fantasia. Colori cangianti, riflessi anomali, trasparenze e plasticità sfavillano sotto gli occhi curiosi del pubblico che stupito, cerca di capire il nesso tra moda e immondizia. Un nesso impercettibile, al punto inconcepibile se non si tiene conto di come la moda sia anche arte.

E come ogni arte deve essere fatta propria, esperita e toccata con mano prima di poterla apprezzare e giudicare  veramente. Vestirsi non vuol dire semplicemente avere addosso un abito ma dargli vita. A Skopje, grazie all’impegno di questi giovani stilisti, é stato dimostrato come non soltanto ogni cosa si possa indossare ma anche come tutto possa acquistare una nuova vita, anche ciò che in realtà avremmo scartato. La spazzatura può diventare vita, salvezza, essere arte e abito di tendenza. Tutto sta nel come.

Articolo scritto da Irene De Marchi
Foto via avaxnews.net

Categorie: Curiosità.

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: